Vodafone Italia continua a perdere clienti nel mobile, nonostante la crescita di ho.



Vodafone Italia continua a perdere clienti nel segmento mobile, un trend ininterrotto dal lancio di iliad nel 2018 ad oggi. È quanto emerge dai risultati finanziari pubblicati questa mattina da Vodafone Group.

Risultati Vodafone Italia

A fine 2020 Vodafone Italia contava 18.527.000 clienti *, contro i 19.661.000 dello stesso periodo di un anno fa e i 21.239.000 di fine 2018. In due anni sono andati persi oltre 2,7 milioni di clienti (più di 3,4 milioni dal lancio di iliad), questo nonostante il buon andamento del second brand ho. (2,4 milioni di clienti, +200.000 su base trimestrale).

Senza il contributo dato da questo operatore mobile virtuale low cost controllato da Vodafone tramite la società VEI Srl (e nato per contrastare proprio l’ascesa di iliad nel segmento mobile), oggi i numeri comunicati nei risultati finanziari sarebbero stati decisamente peggiori.

Qui tutti i dati – trimestre per trimestre – da giugno 2018:

  • 31 dicembre 2020: 18.527.000
  • 30 settembre 2020: 18.743.000
  • 30 giugno 2020: 19.017.000
  • 31 marzo 2020: 19.245.000
  • 31 dicembre 2019: 19.661.000
  • 30 settembre 2019: 20.192.000
  • 30 giugno 2019: 20.624.000
  • 31 marzo 2019: 20.975.000
  • 31 dicembre 2018: 21.239.000
  • 30 settembre 2018: 21.648.000
  • 30 giugno 2018: 21.994.000.

Nell’ultimo trimestre del 2020 migliora leggermente l’ARPU nel segmento mobile, che passa da 12,80 euro a 13 euro al mese per quanto riguarda le utenze prepagate e a 16,40 euro al mese per gli abbonamenti (era 15,9 euro nel trimestre precedente).

La situazione va meglio nel fisso, dove la customer base sfiora i 3 milioni (2.969.000), contro i 2.956.000 del trimestre precedente (+13.000).

Vodafone ricavi e MNP

Sul fronte dei ricavi da servizi, risultano in calo a 1,125 miliardi di euro nell’ultimo trimestre 2020 (erano 1,129 nel precedente), di cui 818 milioni di euro nel mobile (in calo sia su base trimestrale che annuale) e 307 milioni di euro nel fisso (in leggera crescita sia su base trimestrale che annuale).

Entro l’estate, come ricordato ieri anche da Xavier Niel, iliad debutterà nel fisso (su rete FTTH di Open Fiber), dove al momento c’è una bassa competitività sul fronte dei prezzi. Sarà interessante scoprire se assisteremo ad una nuova “rivoluzione” anche in questo segmento e quanti clienti verranno portati via alla concorrenza.

* sono esclusi da questo dato i clienti IoT (Internet of Things) e MVNO (Mobile Virtual Network Operator).

Il comunicato stampa

Vodafone Italia chiude il trimestre al 31 dicembre 2020 con ricavi da servizi a 1.125 milioni di euro in calo del 7,8% (Q2: -8,0%) rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente.

La performance del trimestre risulta influenzata in particolare dalla riduzione del traffico roaming causata dall’impatto della pandemia sui flussi di visitatori stranieri in Italia e dalla perdurante intensità competitiva nel segmento mobile.

I ricavi da servizi di rete fissa crescono dell’1,1%, pari a 307 milioni di euro. I clienti in banda larga sono circa 3 milioni, in crescita del 3,3% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente (+ 96.000).

I servizi in fibra di Vodafone raggiungono 24,4 milioni di famiglie e imprese, di cui 8,3 milioni di unità immobiliari attraverso la propria rete ultra broadband e la partnership con Open Fiber.

ho. Mobile, il second brand di Vodafone, che risponde alle esigenze di clienti interessati ad una offerta essenziale, ha raggiunto i 2,4 milioni di clienti.

I principali osservatori sulla qualità della rete mobile – nPerf, Altroconsumo, Umlaut – hanno recentemente riconosciuto il primato della rete di Vodafone.

Prosegue il piano di sviluppo della copertura FWA (Fixed Wireless Access), per offrire la migliore connettività voce e dati anche in zone in cui non è presente la banda ultralarga, raggiungendo oltre 5.000 Comuni in tutte le Regioni italiane, pari a circa 3 milioni di famiglie.

A dicembre Vodafone ha superato il 90% di copertura 5G della popolazione nella città di Milano e ha ultimato tutti i 41 progetti previsti dalla sperimentazione 5G di Milano. Vodafone ha inoltre vinto altri due bandi di sperimentazione 5G a Genova e a Catanzaro.

Nel trimestre sono stati siglati accordi wholesale con gli operatori virtuali PostePay e Digi. Vodafone Business ha sottoscritto una partnership strategica quinquennale con BNL Gruppo BNP Paribas e ha lanciato OneBusiness Share, la prima soluzione convergente dedicata al mondo delle PMI.

A novembre Vodafone ha annunciato che la propria rete è già alimentata al 100% da fonti rinnovabili e – prima tra le aziende di telecomunicazioni in Italia – ha anticipato al 2025 gli obiettivi di zero emissioni proprie di gas a effetto serra.

Fonte: Vodafone Group


Segui Universo Free anche su Google News, clicca sulla stellina da app e mobile o alla voce “Segui“. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale, unisciti al nostro canale Telegram e seguici nella grande community Facebook e Twitter (o nel nostro nuovo Gruppo Facebook). Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

iliad community

7 Risposte

  1. Michele ha detto:

    Mi sorprende che una compagnìa come vodafone abbia ancora clienti,e ancor di più che la mia “amatissima” tim non abbia portato i libri in tribunale.Nel 2021 proporre contratti con 240 euro di contributo di attivazione e altri 240 di noleggio router dovrebbe essere considerato un reato perseguibile d’ufficio.

  2. High highlander ha detto:

    Hanno approfittato troppo degli italiani. Viva la concorrenza. Con le loro promozioni ingannevoli. A parere mio .e cambiare piano a loro piacimento pure sulle ricariche sono riusciti a spillare denaro . Non tutti specialmente gli anziani usano internet…..Io ho fatto mettere iliad a tutti della famiglia e vicini

  3. Davide ha detto:

    Era ora viva la concorrenza . Così smette di approfittare con le sue promozioni a parere mio ingannevoli. Cambiare le promozioni a suo piacimento.

  4. Simo ha detto:

    Quando iliad lancerà il servizio anche nel fisso, vedrete che fuggi fuggi da Ladrafone, con tutti i costi nascosti che hanno nei loro contratti. Il problema saranno tutti i vincoli contrattuali delle offerte dei vari operatori, che costringeranno a rinviare l’abbandono a molti clienti.

  5. Bruno ha detto:

    il 2021 sarà l’anno della ricrescita

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: