iliad Italia: 7.235.000 utenti a fine 2020 (oltre 9% di quota di mercato), ricavi in crescita



Pubblicati questa mattina i risultati finanziari del Gruppo iliad relativi al 2020, da cui emergono dati ancora in crescita per iliad Italia, che ha totalizzato 7.235.000 utenti e più del 9% di quota di mercato.

Malgrado la pandemia, è stato un anno di forte crescita, sia sotto il profilo del numero di utenti che dei ricavi, a quota 674 milioni di euro (+58%). Nel quarto trimestre 2020 i ricavi sono stati pari a 192 milioni di euro (+36,4% su base annua).

Superati anche gli obiettivi sul fronte del numero di impianti attivi: 6.115 a fine dicembre 2020, contro i 5.000 pianificati (+4.053 su base annua).

Impianti iliad Italia dicembre 2020

Nel solo quarto trimestre 2020 i nuovi utenti sono stati +395.000, nonostante una aggressiva proposta commerciale dei tre principali operatori concorrenti (e relativi second brand, ovvero Kena Mobile, ho. e Very Mobile).

Nel 2020 gli investimenti in Italia sono stati pari a 512 milioni di euro (+37,8% su 12 mesi).

I nuovi obiettivi per l’Italia: 8.500 impianti attivi a fine 2021 e tra i 10000 e i 12.000 impianti a fine 2023. Nel fisso, il lancio rimane programmato entro l’estate.

Comunicato stampa iliad Italia

16 marzo 2021 – iliad chiude il 2020 con quasi 2 milioni di nuovi utenti in più rispetto all’anno precedente, di cui 395.000 acquisiti nell’ultimo trimestre. La promessa di trasparenza e di qualità fatta da iliad meno di 3 anni fa, ha conquistato in questo breve arco temporale oltre 7,2 milioni di utenti in Italia, per una quota di mercato che supera il 9%.

2020 in forte crescita anche per il fatturato: 192 milioni di euro generati nell’ultimo trimestre che portano ad un fatturato totale sul 2020 di 674 milioni di euro con un +58% rispetto all’anno precedente. Si stima inoltre, il raggiungimento del break even a livello di EBITDAal nel secondo semestre 2021.

Gli investimenti di iliad segnano un +37,8% rispetto al 2019 per un totale di 512 milioni di euro investiti nel 2020, in particolar modo per lo sviluppo della rete radio mobile proprietaria di ultima generazione, per cui sono stati largamente superati gli obiettivi con oltre 6.100 siti attivi a fine anno rispetto ai 5.000 prefissati.

In 12 mesi l’operatore ha infatti attivato oltre 4.000 siti radio mobili in tutta Italia e per il 2021 punta a un target di 8.500 siti attivi.

Benedetto Levi, Amministratore Delegato di iliad, ha commentato questi ultimi risultati:

Siamo molto orgogliosi di aver supportato milioni di persone con un servizio di connettività affidabile e trasparente durante un anno così complicato come il 2020.

I risultati raggiunti mostrano che abbiamo intrapreso la strada giusta. La risposta sempre così positiva delle persone, ci motiva oggi a portare la stessa Rivoluzione anche nel mercato della rete fissa entro l’estate di quest’anno.

Il Gruppo iliad registra un fatturato in crescita del 10,1% nel 2020 a 5,87 miliardi di euro. In forte crescita anche l’EBITDAaL di Gruppo con un +18,4%. Con la recente acquisizione dell’operatore polacco Play, il Gruppo iliad è diventato il sesto Gruppo europeo per numero di utenti mobile con oltre 42 milioni di utenti.

Il Gruppo iliad, infine, ha lanciato un programma ambientale che punta all’abbattimento delle emissioni dirette entro il 2035 attraverso numerose azioni dedicate e l’investimento di 1 miliardo di euro nei prossimi 15 anni.


Segui Universo Free anche su Google News, clicca sulla stellina da app e mobile o alla voce “Segui“. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale, unisciti al nostro canale Telegram e seguici nella grande community Facebook e Twitter (o nel Gruppo Facebook dedicato agli utenti iliad).

iliad community

Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

Interessato ad una delle offerte iliad? Scegli tra le quelle attualmente disponibili, come Giga 120Giga 80Giga 40 o iliad Voce.

7 Risposte

  1. Giampy ha detto:

    a quando la fibra?

  2. Elgringo ha detto:

    Bella prova di forza per Iliad. Con un ARPU basso è riuscita ad invertire il trend di indebitamento e a generare ricavi importanti.
    Ora devono alzare l’asticella implementando:
    – VoLTE
    – Pacchetti aggiuntivi GB
    – Cambio piano
    – Pacchetti soglia extra EU a prezzi contenuti (qui ci sarebbe da rivoluzionare il mercato)

    • Matteo ha detto:

      Aggiungo:
      – la possibilità di rinnovare in anticipo l’offerta se i giga sono finiti
      – la ricarica del credito con modalità home banking

  3. Matteo ha detto:

    Questi i risultati dell’ultima parte del 2020 vedremo il prossimo trimestre l’impatto del data breach di gennaio subito da ho. mobile.
    In questa fase Iliad non si sbilancia ancora sugli obiettivi di sviluppo futuro della rete mobile, visto il ritmo dell’anno appena concluso era però prevedibile che anticipassero l’obiettivo del piano Odissea.
    Ma Redazione, a vostro parere le 8500 antenne previste per il 2021 sono un dato realistico oppure sono stati volutamente bassi per stupirci nel corso dei mesi con un numero maggiore di attivazioni? Ci sta anche che in questa fase stiamo concentrando maggiormente le loro energie sullo sviluppo della rete fissa e quindi rallentino un po’ su quella mobile.
    Grazie per la risposta.

    • Redazione ha detto:

      Visto che siamo ancora in emergenza pandemia e gli imprevisti sono all’ordine del giorno, è probabile che abbiano fatto una stima leggermente al ribasso. Se manterranno l’andamento attuale, potrebbero fare qualcosina in più. Ne riparleremo a fine anno :).
      Sul fisso stanno già investendo da mesi e per ora non sembra aver influenzato la parte “mobile”. Ma anche qui, vedremo nei prossimi mesi se cambia qualcosa.

  4. Feiore ha detto:

    Peccato, potrebbero essere molti più clienti e stravolgere il mercato se solo volessero o saprebbero fare.
    La cosa più importante sarebbe quella di togliere di mezzo tutte le vecchie tariffe ed aggiornarle con tariffe con più GB. L’attuale flash che sta per scadere, rende perfettamente l’idea…
    Come pure bastasse che mantenessero la promessa sull’ upgrade, tanto ricercato dai bambini che hanno Iliad. E potrebbe far comodo anche a qualche adulto.
    Non sarebbe male se mettessero in vendita anche telefoni android. Oltre ad ostinarsi con quelli che hanno e che fanno parte solo di una nicchia di utenti. Discorso ancor più importante visto che ora c’è il discorso del 5G. E sul sito non mi dai la possibilità di acquistare un 5G…
    Tutte queste defezioni rallentano a mio parere la crescita. Soprattutto per quanto riguarda l’aggiornamento delle tariffe. Conosco persone che a malincuore sono dovuti passare ad altri operatori a causa dei pochi GB sulla loro offerta, mentre a causa del lavoro a distanza o della Dad erano costretti ad avere un offerta più ampia.
    Tutto questo a prescindere dal debutto sulla linea fissa. Che sicuramente sarà un successo. Ma anche lì non devono far passare troppo tempo…

  5. Leo ha detto:

    Notizie sul VOLTE e lo spegnimento della rete 3G?

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: