Il Gruppo iliad tallona 3 Group Europe, ma il sorpasso c’è già stato sul totale clienti attivi (39,6 milioni vs 38,5)



Tre operatori, un unico gruppo (iliad) da 42,7 milioni di clienti e 5,87 miliardi di euro di ricavi nel 2020. Sono queste le cifre comunicate martedi scorso e riferite a Free (Francia), iliad (Italia) e Play (Polonia).

Grazie all’acquisizione dell’operatore polacco Play, il Gruppo iliad operando in soli tre paesi, ha già conquistato il titolo di sesto gruppo tlc più grande d’Europa, alle spalle di Vodafone, Deutsche Telecom, Telefonica, Orange e 3 Group Europe.

Il tutto in un anno molto difficile, in primis per la crisi legata alla pandemia di Covid-19, che non ne ha bloccato però la crescita, specialmente in Italia.

Gruppo iliad vs 3 Group Europe

Ma c’è un dato che va segnalato: il Gruppo iliad ha già superato 3 Group Europe (di proprietà della CK Hutchison Holdings Limited) che raggruppa gli operatori a marchio 3 presenti nel Regno Unito, in Austria, Svezia e Danimarca, oltre a WINDTRE in Italia, in termini di numero clienti attivi.

Facendo un confronto tra i dati dei report * dei due gruppi tlc, iliad a fine dicembre contava 42,7 milioni di clienti, 3 Group Europe 44,5 milioni, mentre la customer base attiva era pari a 39,6 milioni per iliad e 38,5 milioni per 3 Group Europe.

Customer base 3 Group Europe 2020

Dunque, da una parte il Gruppo iliad sta incalzando 3 Group Europe nel numero totale di clienti (1,8 milioni di distacco), dall’altra lo ha già superato in termini di clienti attivi (1,1 milioni di distacco).

Clienti Gruppo iliad 2020

Sarà interessante monitorare come evolverà la situazione in questo 2021, se ci sarà “un sorpasso” e quale sarà l’andamento dei singoli operatori nei mercati di riferimento.

Di certo per il momento c’è lo sbarco di iliad anche nel fisso e sono previsti investimenti sempre su rete fissa anche per Play in Polonia.

* Fonti: Gruppo iliadCK Hutchison


Segui Universo Free anche su Google News, clicca sulla stellina da app e mobile o alla voce “Segui“. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale, unisciti al nostro canale Telegram e seguici nella grande community Facebook e Twitter (o nel nostro nuovo Gruppo Facebook). Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

iliad community

8 Risposte

  1. paolo ha detto:

    Avete dimenticato SALT in Svizzera … è sempre gruppo Iliad

  2. Matteo ha detto:

    Perché non unificano il nome dei vari operatori telefonici nazionali, così da identificarla in un sola azienda? Vodafone ha fatto così… Abbiamo Free e Free Mobile, Iliad, Play, Eir, Monaco Telecom, Epic, Salt e sicuramente altre che mi dimentico. Alcune sono di proprietà mista Iliad/Niel ma non è un problema.
    E poi, se si è clienti di una di quelle aziende, potrebbero offrire il roaming gratuito compreso e un tot di minuti inclusi per le chiamate a clienti di quegli operatori nazionali.
    Magari in futuro lo faranno, ora è troppo frammentato e secondo me crea disorientamento.

    • Luca ha detto:

      Non sempre è possibile unificare i nomi. Un nome (che diventa marchio) può essere già registrato da altre aziende in una nazione e quindi non disponibile. Esempio: iliad è partita in francia col marchio “free” ma prima dell’uscita in italia qualche concorrente simpaticone ha ben pensato di registrare lo stesso marchio in Italia. Impossibilitando così iliad ad usare lo stesso marchio già in uso in francia.

      • Matteo ha detto:

        Vero. Ricordo quella storia antipatica, ma per me è stato meglio perché come nome preferisco Iliad a Free che ritengo meno di impatto.
        Non so se in altre nazioni abbiano registrato il marchio Iliad ma comunque si può sempre acquisire (nella mia organizzazione abbiamo acquistato l’uso di un marchio creato da altri): i francoitaliani su queste cose mi sembrano un po’ “braccini” ma è solo un’impressione esterna.

  3. Beppe ha detto:

    Penso che se il trend sarà questo, con WINDTRE che continua a perdere da solo più di 2 milioni di clienti l’anno (con Very che non mi sembra stia frenando più di tanto questa emorragia), non ci vorrà molto perché iliad superi 3 Group Europe. Soprattutto tenendo conto che in Polonia sono partiti da poco anche nel fisso (e visti i numeri nel mobile, facile pensare che cresceranno molto anche lì), da noi arriverà il lancio delle offerte in fibra. A meno di mega crescita di 3 negli altri paesi europei, in uno o due anni le posizioni cambieranno sicuramente. Le incognite rimangono solo eventuali aggregazioni/merger o vendite/acquisizioni in giro per l’Europa.

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: