WINDTRE: persi 2,3 milioni di clienti nell’ultimo anno (7,1 milioni in meno dal lancio di iliad)



CK Hutchison ha pubblicato oggi i risultati finanziari del gruppo al 31 dicembre 2020. Stando al report, la controllata italiana WINDTRE ha registrato un calo della customer base del 10% sul totale, passando da 23.815.000 clienti del 2019, a 21.517.000 di fine 2020.

Una perdita di 2.298.000 clienti su base annua (il calo rispetto al semestre precedente è stato del 4%).

Clienti WINDTRE 2020

I clienti attivi (sono considerati tali i clienti che hanno generato ricavi nei tre mesi precedenti), scendono a 19.638.000 (9.941.000 ricaricabili e 9.697.000 abbonamenti).

Una diminuzione del 9% sempre su base annua, che si riduce a -3% se si prendono in considerazione i dati dell’ultimo semestre (qui sotto la tabella completa).

Clienti attivi WINDTRE dicembre 2020

Per quanto riguarda invece il segmento fisso, a fine dicembre 2020 WINDTRE contava 2,8 milioni di clienti, dato rimasto stabile rispetto a sei mesi fa e in leggera crescita su base annua (erano 2,7 milioni nel 2019).

Migliora l’ARPU (ovvero i ricavi medi per unità), in crescita del 3% a 11,05 euro (era di 10,72 euro nello stesso periodo di un anno fa).

ARPU WINDTRE dicembre 2020

In crescita anche il margine medio netto per utente attivo (Net AMPU), che sale del 5% a 9,40 euro (era 8,94 euro nel 2019). A differenza dell’ARPU, in questo caso non vengono tenuti in considerazione i ricavi da contributi per smartphone o device abbinati al proprio piano tariffario.

Net AMPU WINDTRE Dicembre 2020

A livello di gruppo (3 Group Europe), l’Italia rimane il paese con il maggior numero di clienti (21,5 milioni), seguita da Regno Unito (13,1 milioni), Austria (3,6 milioni), Svezia (2,2 milioni), Irlanda (2,6 milioni) e Danimarca (1,5 milioni).

Italia, Regno Unito e Austria hanno registrato un calo del numero clienti su base annua. Stabile invece la Danimarca, in miglioramento Svezia e Irlanda.

Customer base 3 Group Europe 2020Migliora il tasso di abbandono mensile, che nel caso di WINDTRE scende all’1,4% (era l’1,5% nel 2019, peggiora invece rispetto al primo semestre 2020, quando era pari all’1,3%).

Il totale clienti a livello europeo al 31 dicembre 2020 era di 44,5 milioni (in calo rispetto ai 47,2 milioni del 2019). L’operatore cinese HTHKH (operante ad Hong Kong e Macao) contava invece 3,8 milioni di clienti.

Se si considera solo la customer base attiva, 3 Group Europe ha chiuso il 2020 con 38,5 milioni di clienti (in calo rispetto ai 40,6 milioni del 2019).

Sul fronte dei ricavi, nel 2020 sono stati pari a 4,65 miliardi di euro, in calo del 4% rispetto al 2019 (quando erano 4,85 miliardi di euro). EBITDA di 2 miliardi di euro (-5% su base annua).

Effetto iliad?

WINDTRE è stato uno degli operatori che più ha risentito della concorrenza di iliad Italia dal suo lancio – avvenuto a fine maggio 2018 – ad oggi.

Confrontando i dati del primo semestre 2018 (al 30 giugno 2018) con quelli attuali, WINDTRE ha perso in due anni e mezzo oltre 7 milioni di clienti (28.646.000 vs 21.517.000).

Stessa situazione se si prendono i dati dei clienti attivi, passati da 26.226.000 del primo semestre 2018 a 19.638.000 di fine 2020: 6,5 milioni in meno.


Segui Universo Free anche su Google News, clicca sulla stellina da app e mobile o alla voce “Segui“. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale, unisciti al nostro canale Telegram e seguici nella grande community Facebook e Twitter (o nel nostro nuovo Gruppo Facebook). Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

iliad community

Commenta...