Salt (Xavier Niel) chiude il 2021 in crescita su tutti i fronti e rinuncia all’IPO

Salt


Salt, l’operatore telefonico svizzero controllato direttamente da Xavier Niel (tramite la sua holding personale NJJ), ha chiuso il 2021 con fatturato e numero clienti in crescita.

Nel segmento mobile il numero di abbonati è salito a quota 1.373.200 (+66.700 su base annua e +14.200 nell’ultimo trimestre 2021), si tratta del miglior risultato ottenuto dal 2016 per quanto riguarda i clienti privati e dal 2010 per quanto riguarda i clienti aziendali.

Bene anche il segmento fisso (internet in fibra ottica), dove però non sono stati rilasciati numeri ufficiali. Una crescita che ha fatto bene anche ai conti, con i ricavi operativi che sono saliti del 4,7% su base annua a 943,5 milioni di franchi e del 5,4% se si confronta il quarto trimestre 2021 con lo stesso periodo del 2020.

Grazie a questi numeri Salt ha annunciato che è stata accantonata ogni ipotesi di IPO (Offerta Pubblica Iniziale), una delle opzioni che erano state messe sul tavolo nei mesi scorsi proprio poter finanziare la crescita dell’operatore.

Dopo una analisi approfondita delle esigenze di finanziamento e delle opzioni di finanziamento si è deciso di non perseguire opzioni di finanziamento alternative, tra cui una IPO, al momento.

Insomma, Salt cresce e può continuare a farlo con le proprie forze.

Pascal Grieder, CEO di Salt, ha commentato così i risultati:

Il 2021 è stato un anno di grandi successi per Salt. Nonostante la forte pressione competitiva, non solo siamo stati in grado di acquisire ulteriori clienti, ma anche di riportare ottimi risultati finanziari.

Questo successo è il risultato dei nostri incessanti sforzi per fare tutto il possibile per offrire ai nostri clienti al dettaglio e aziendali la migliore proposta sul mercato, come dimostrato dal nostro impareggiabile prodotto a banda larga ultraveloce e dalla nostra imbattibile offerta mobile per i clienti aziendali.

I progressi che abbiamo fatto negli ultimi anni sono eccezionali e vorrei ringraziare tutti i nostri dipendenti per il loro grande contributo.

Tra le novità del 2021, c’è sicuramente il lancio dell’operatore mobile virtuale GoMo, avvenuto nel mese di novembre e che ha proposto un’offerta molto aggressiva sul mercato (GoMo è il brand utilizzato anche da Eir Telecom in Irlanda, operatore controllato al 51% da Xavier Niel e al 49% dal Gruppo iliad).

Sul fronte degli impegni per la riduzione di CO2, nel 2021 Salt ha ridotto del 38% le emissioni di carbonio degli ambiti 1 e 2. e l’azienda si impegna a raggiungere lo zero netto sugli ambiti 1 e 2 entro il 2025.

In questo contesto, le sedi principali di Salt e il proprio data center ricevono il 100% di elettricità da fonti rinnovabili dal 1° gennaio 2021 e l’azienda è impegnata nella sostituzione della sua flotta di veicoli in veicoli elettrici ibridi plug-in. Altre misure includono l’offerta di dispositivi ricondizionati o l’invito ai clienti a riparare, rivendere o riciclare i propri dispositivi mobili con programmi partner dedicati.

Proseguono inoltre gli investimenti sia sulla rete mobile che sulle connessioni in fibra ottica (FTTH). Su quest’ultime in particolare, Salt vede una grande opportunità per aumentare in modo significativo la sua attuale quota di mercato.


Commenta questa e le altre notizie sui nostri profili Facebook e Twitter o nel Gruppo Facebook dedicato agli utenti iliad.

Puoi seguire Universo Free anche su Google News, cliccando sulla stellina da app e mobile o alla voce “Segui“. Le notifiche in tempo reale con i nostri aggiornamenti e le ultime notizie, sono inoltre disponibili unendoti al nostro canale Telegram.

iliad community

Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone. Per segnalarci novità, anteprime, nuove aperture di store iliad, scrivici direttamente da qui.

Commenta...