Online, l’hosting provider di Iliad da gennaio 2018 sarà 100% “green”


Il gruppo Iliad non è soltanto telefonia e internet a banda larga (con i brand Free e Free Mobile, ormai noti anche fuori i confini francesi), ma anche hosting provider, con la controllata Online SAS (online.net).

Si tratta del secondo gruppo francese per quota di mercato (dopo OVH) a fornire servizi di hosting e di acquisto domini. La società, fondata lo stesso anno di Free da Xavier Niel, ad oggi conta 3 datacenter (di cui un quarto pronto al lancio nel primo trimestre 2018) e centinaia di migliaia di siti web ospitati.

La filiale del gruppo Iliad ha annunciato che, dal primo gennaio 2018, i propri uffici, così come tutti i datacenter, saranno alimentati al 100% da energia proveniente da fonti rinnovabili (sostanzialmente eolico e idroelettrico).

Non solo, il datacenter DC4, situato nel 15esimo arrondissement di Parigi, in un rifugio antiatomico, grazie ad un accordo tra Paris Habitat e Iliad, provvederà a riscaldare ben 150 unità abitative popolari per i prossimi 10 anni.

Nello specifico, il calore prodotto all’interno del datacenter verrà sfruttato per riscaldare queste abitazioni (il principio di funzionamento è abbastanza simile a quello del teleriscaldamento presente in alcune città italiane), facendo risparmiare agli inquilini circa 500 euro l’anno di spese.

Una soluzione interessante, che dovrebbe essere d’esempio per tutte quelle società che hanno bisogno di molti datacenter per fornire i propri servizi (basti pensare a colossi come Google, Facebook, Apple o Microsoft) e consumano quantità spropositate di energia, proveniente nella maggior parte dei casi da fonti non rinnovabili.


Per ricevere le ultime news, le anticipazioni esclusive e i nostri aggiornamenti prima di tutti, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+