Iliad: lo sbarco in Italia a marzo-aprile 2018?


E’ un insieme di “sembra” e “potrebbe” l’ampio articolo pubblicato oggi su Affari & Finanza – il supplemento economico del quotidiano la Repubblica – e dedicato allo sbarco di Iliad in Italia.

Vengono citate le principali informazioni che ad oggi sono ormai note sul lancio del nuovo operatore mobile alla concorrenza che si è mossa con il lancio di gestori virtuali (vedi Kena Mobile di TIM) o sta per farlo (Vodafone).

Si passa poi alla copertura di rete in Italia, dove chi ci legge può contare sui nostri report aggiornati (comprese le ultime implementazioni in Lombardia) alle sedi, quella romana e quella milanese, di cui vi abbiamo regalato l’anteprima, con tanto di prime immagini, proprio pochi giorni fa.

Tra le novità segnalate dall’articolo, c’è quella di un presunto roaming nazionale aggiuntivo anche con TIM, oltre quello previsto (come da accordi con la Commissione Europea) con Wind Tre, che ha già ceduto parte degli asset previsti.

Lancio di Iliad in Italia

Per Affari & Finanza, il gruppo francese avrebbe l’obbligo di far partire il servizio per i primi di novembre.

Questa scadenza deriverebbe all’impegno ad essere presente sul mercato entro un anno dalla firma dell’accordo con la Commissione UE che ha gestito la partita delle compensazioni Antitrust legate alla fusione Wind Tre. Se così davvero fosse, Iliad Italia dovrebbe anticipare la scelta definitiva del marchio e partire subito con una quota di roaming molto elevata o addirittura come operatore virtuale in attesa di accendere la sua rete proprietaria.

Anche in questo caso il condizionale è d’obbligo perché non ci sono certezze in proposito. Questo perché Bruxelles ha secretato il documento per motivi di riservatezza industriale e non se ne conoscono quindi i termini. Per questa stessa segretezza Iliad potrebbe aver anche concordato con Bruxelles, nel frattempo, un rinvio senza che se ne abbia comunicazione.

Sull’esecuzione dell’accordo veglia comunque il Mise, che ha un ruolo di vigilanza, e fa sapere di non registrare al momento ritardi o inadempienze da parte di Iliad Italia. Ma questo può ancora significare di tutto.

Citando uno dei manager a stretto riporto dell’AD di Iliad, Maxime Lombardini, Affari & Finanza parla anche di un lancio tra gennaio e febbraio, se non addirittura marzo-aprile.

Accordi di roaming nazionale con Wind Tre e TIM quindi, così come un possibile ritardo del lancio in Italia di Iliad, tutte indiscrezioni naturalmente. Per il resto, lo avete potuto leggere negli ultimi mesi nei nostri articoli e non mancheremo di aggiornarvi anche sulle prossime mosse del gruppo francese.


Per ricevere le ultime news, le anticipazioni esclusive e i nostri aggiornamenti prima di tutti, unisciti al nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

Advertisements