Iliad Italia sbarca anche nel fisso. Benedetto Levi: convergenza fisso mobile entro il 2024



Durante il Capital Markets Day, presso la sede del Gruppo Iliad a Parigi, nel pomeriggio ha fatto la sua comparsa anche Benedetto Levi, AD di iliad Italia, che ha presentato i principali numeri della filiale italiana, in un francese a dir poco perfetto.

Oltre ai dati già pubblicati nei nostri precedenti articoli e l’ottimo risultato raggiunto, con 3.309.000 utenti nel primo trimestre 2019 (+472.000 rispetto al dato di dicembre), Benedetto Levi ha trattato anche un tema molto sentito dai clienti iliad: lo sbarco nella telefonia fissa.

Iliad Italia nel fisso

Ebbene sì, ci sarà. Non mancano infatti le opportunità anche in questo segmento, vista la limitata convergenza tra fisso e mobile presente attualmente in Italia e su cui iliad potrebbe fare leva con offerte convenienti.

Il tutto è messo nero su bianco tra gli obiettivi del gruppo: puntare a diventare un operatore convergente entro il 2024. Dunque ci sarà ancora da attendere un po’, ma lo sbarco nel fisso è ormai cosa appurata.

Il gruppo non ha specificato se sono stati già firmati accordi o meno con i principali fornitori (Open Fiber, Telecom Italia e Fastweb), ma non è difficile immaginare, se verrà seguita la stessa logica di Francia e Svizzera, che la prima scelta potrebbe essere la fibra ottica ad alte prestazioni fornita da Open Fiber (o un mix di accordi con più fornitori).

Una buona notizia anche per i tanti lettori che spesso ci chiedono dettagli su come e quando iliad sbarcherà nel fisso. Ora almeno si ha la conferma che succederà, seppur non nel breve termine.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook e Twitter

8 Risposte

  1. Agostino Langellotti ha detto:

    nel campo frenetico delle telecomunicazioni annunciare una cosa che avverra’ entro il 2024 mi fa un po’ ridere…Chissa’ cosa accadra’ tra 4/5 anni…

  2. LEO ha detto:

    Spero che l’accordo venga fatto solo e soltanto con OPEN FIBER

  3. Riccardo B. ha detto:

    Potrebbero fare una ricaricabile, come linkem senza obblighi di contratto. Senza appoggiarsi su fibra ottica, ma con una connessione maggiore di quella di cui ho detto sopra. E sarebbe la seconda in Italia ad utilizzare questo sistema, che poi neanche male. Io fossi Iliad ci penserei bene ????????????????

  4. Patrick ha detto:

    Si sbarcherà quanto il fisso sarà quasi eliminato del tutto! Ma oggi 7 maggio non doveva uscire con altre offerte flash?!

  5. Alessandro D'Arpini ha detto:

    Diciamocelo: non ha più senso il fisso, per noi clienti ILIAD. Diverso il discorso della connettività a cui abbinare servizi a valore aggiunto. Qualche idea, la avrei e non solo per il segmento business
    Ad esempio un centralino telefonico remoto con le funzioni normalmente offerte da Asterisk. Ecco come immagino oggi la convergenza tra fisso e mobile: WebRTC, segreteria telefonica evoluta via email, FAX (si, il dinosauro!) Black list per gli scocciatori con inoltro verso il girone infernale (registrazione di sistema con messaggio dedicato) e poi e poi e poi…
    ILIAD sfonderebbe sia nella PA che presso gli Artigiani come anche vincerebbe in CONSIP per la telefonia delle scuole ed uffici periferici privi di Amministratori di sistema.
    In queste verdi praterie, ILIAD sbancherebbe qualsiasi concorrente.

  6. Riccardo ha detto:

    Siiiiii non vedo l’ora

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: