WINDTRE chiude il 2019 con clienti e ARPU in calo. Ancora effetto iliad?



CK Hutchison Group Telecom Holdings, la società che controlla WINDTRE, ha pubblicato oggi i risultati per l’anno chiuso il 31 dicembre 2019, con numeri ancora in calo sul fronte della customer base.

Stando al report, il gruppo in Europa nel secondo semestre 2019 ha registrato un calo totale della base clienti del 2%, sostanzialmente a causa di WINDTRE (-7%), contro una crescita degli altri operatori di CKH presenti in UK (+3%), Svezia (+2%), Danimarca (+3%), Austria (+1%) e Irlanda (+5%).

In Italia, nel segmento mobile WINDTRE ha visto un calo della base clienti del 7% su base semestrale, mentre di ben il 12% su base annuale, per un totale di 23.815.000 clienti, di cui 13.348.000 ricaricabili e 10.467.000 abbonamenti.

Customer base WIND TRE 31 dicembre 2019

Proprio tra le ricaricabili c’è stato il calo maggiore, -33% su base annua e -10% nell’ultimo semestre, mentre tra gli abbonamenti si è registrata una crescita del 44% su base annua e un calo del 3% tra fine giugno e dicembre 2019.

Se si guarda invece ai clienti attivi (sono considerati tali i clienti che hanno generato ricavi nei tre mesi precedenti), nel segmento mobile sono scesi a 21.526.000 al 31 dicembre 2019 (11.815.000 ricaricabili e 9.711.000 abbonamenti). Una diminuzione del 12% su base annua che si riduce a -6% se si prendono in considerazione i dati dell’ultimo semestre 2019.

Active Customer Base WINDTRE 31 dicembre 2019

Per quanto riguarda la telefonia fissa, WINDTRE ha chiuso il 2019 con 2,7 milioni di clienti, dato che è rimasto invariato rispetto ad un anno prima.

ARPU WINDTRE 31 dicembre 2019

Anche l’ARPU (ovvero i ricavi medi per unità) risulta in contrazione a 10,72 euro (-6% su base annua), con 9,90 euro per quanto riguarda le ricaricabili e 11,78 euro per gli abbonamenti.

Net AMPU WINDTRE 31 dicembre 2019

In calo anche il margine medio netto per utente attivo (Net AMPU), che scende del 4% rispetto all’anno precedente, a 8,94 euro (8,13 euro per le ricaricabili e 10 euro per gli abbonamenti). A differenza dell’ARPU, in questo caso non vengono tenuti in considerazione i ricavi da contributi per smartphone o device abbinati al proprio piano tariffario.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook e Twitter

5 Risposte

  1. GianMc ha detto:

    4,99€ al mese per Very Mobile con tutto compreso é il prezzo più basso sul mercato con i 30gb e minuti illimitati.
    Windtre é tutto nuovo quindi disonesta dove? Parli di marchi che non esistono più. Tutto nuovo.

    • Armando ha detto:

      Carissimo, le offerte Very mobile sono state modificate in questi giorni, ti suggerisco di andarle a vedere bene: non mi sembrano molto convenienti! 4,99€ é solo per chi proviene da operatori virtuali, non per tutti. E poi, anche se dici che si tratta di una nuova società, ti ricordo che i proprietari sono gli stessi da tre anni a questa parte: è solo cambiato il nome, ma tutto è uguale a prima.

  2. Armando Ferrari ha detto:

    Con questi prezzi, sia con il marchio WindTre che con Very Mobile, i numeri non possono che scendere ancora. Alla lunga, la disonestà non Paga!

    • GianMc ha detto:

      4,99€ al mese per Very Mobile con tutto compreso é il prezzo più basso sul mercato con i 30gb e minuti illimitati.
      Windtre é tutto nuovo quindi disonesta dove? Parli di marchi che non esistono più. Tutto nuovo quindi disonesta dove? In una settimana neanche di lavoro? Bha….

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: