Due ipotesi per l’asta 5G in Francia dopo il rinvio per Covid-19: fine luglio o settembre 2020


Dopo aver confermato la partecipazione all’asta per il 5G a tutti e quattro i principali operatori di rete mobile (vale a dire Orange, Free Mobile, SFR e Bouygues Telecom), l’ARCEP – l’Autorità di Regolamentazione delle Comunicazioni Elettroniche e servizi Postali francesi – ad inizio mese aveva anche comunicato il rinvio della stessa a causa della pandemia da Coronavirus.

L’asta era inizialmente prevista per il 21 aprile, con l’assegnazione delle frequenze entro giugno 2020 e il lancio commerciale subito dopo questa data, ma è saltato tutto.

Il principale operatore mobile francese – Orange – si era dichiarato più che pronto, con un lancio previsto tra giugno e luglio in circa 10/15 città (tra cui sicuramente Marsiglia, Lille  e Nantes).

5G Free Mobile

Anche Bouygues Telecom aveva annunciato il lancio nel corso dell’estate, mentre Free Mobile (come confermato in conferenza stampa durante la presentazione dei risultati finanziari del 2019), parlava di un più cauto “prima della fine dell’anno”.

Stando a quanto riferito questa settimana in audizione al Senato dal Presidente dell’ARCEP (il 44enne Sébastien Soriano), sono due gli scenari più plausibili per lo svolgimento dell’asta 5G: il primo quello di fine luglio, il secondo il mese di settembre.

Ma tutto dipenderà dal tempo che ci vorrà perché la Francia esca dall’attuale emergenza sanitaria. In ogni caso, si prevedono importanti ritardi nell’implementazione del 5G.

Il Governo francese ha fissato la base d’asta per le frequenze 3.4-3.8 Ghz a 2,17 miliardi di euro e il meccanismo sarà molto semplice: a ciascuno operatore verrà assegnato uno dei quattro blocchi da 50 MHz per un valore di 350 milioni di euro l’uno.

Dopo l’assegnazione dei 50 MHz di spettro appena citati,  scatterà poi l’asta vera e propria, in cui si sfideranno a suon di milioni di euro per aggiudicarsi larga parte dei 110 MHz restanti, divisi in 11 blocchi da 10 MHz l’uno (con un prezzo di partenza di 70 milioni di euro).

Sul fronte italiano sappiamo invece che iliad ha annunciato il lancio dell’offerta commerciale 5G per il secondo semestre 2020, mentre proseguono i lavori per la copertura di rete in tutto il paese, anche se questo mese di aprile le attivazioni sembrano procedere un po’ a rilento a causa della pandemia (qui maggiori dettagli).


Commenta questa e le altre notizie sui nostri profili Facebook, X (ex Twitter), BlueSky, Mastodon o nella Community dedicata agli utenti iliad (che conta oltre 21.500 iscritti).

Puoi seguire Universo Free anche su Google News, cliccando sulla stellina da app e mobile o alla voce “Segui“. Le notifiche in tempo reale con i nostri aggiornamenti e le ultime notizie, sono inoltre disponibili unendoti al nostro canale Telegram e al nostro nuovo canale WhatsApp.

Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone. Per segnalarci novità, anteprime, nuove aperture di store iliad, scrivici direttamente da qui.