Lo IAP ordina lo stop agli spot WINDTRE “Prova 1° mese gratis e senza vincoli” su segnalazione di iliad

Spot prova rete WINDTRE


A fine ottobre vi abbiamo riportato di come WINDTRE ha segnalato allo  IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) gli spot iliad della campagna pubblicitaria “Perché raccontarci storie?”, chiedendone la cessazione.

Una mossa riuscita, solo in parte, con lo IAP che ha ordinato ad iliad la cessazione della messa in onda di uno specifico spot, quello riguardante la soddisfazione degli utenti.

Su questo fronte però, va chiarito che lo stop non è arrivato per la non veridicità di quanto riportato da iliad, ma semplicemente perché la nota metodologica riportata a schermo non è stata evidenziata tanto quanto quella riferita al “96% di utenti soddisfatti“.

Come capitato anche in passato, iliad non è rimasta a guardare e ha prontamente segnalato allo IAP lo spot “Try&Buy” di WINDTRE, disponendo che venga rimosso o modificato, in quanto considerato ingannevole nei limiti in cui “non chiarisce il rapporto tra l’offerta promozionale reclamizzata e il contratto di durata a cui accedere, il quale può contrastare la promessa di gratuità e di assenza di limiti e in questi termini ne ordina la cessazione”.

 

Nello specifico, questo il messaggio contestato: “Prova la nuova rete WINDTRE, primo mese gratis e senza vincoli”.

E lo IAP ha dato ragione ad iliad (qui sopra lo spot “incriminato”), confermando che la comunicazione commerciale di WINDTRE è in contrasto con l’Articolo 2 del Codice di Autodisciplina (che riportiamo per completezza di informazione):

La comunicazione commerciale deve evitare ogni dichiarazione o rappresentazione che sia tale da indurre in errore i consumatori, anche per mezzo di omissioni, ambiguità o esagerazioni non palesemente iperboliche, specie per quanto riguarda le caratteristiche e gli effetti del prodotto, il prezzo, la gratuità, le condizioni di vendita, la diffusione, l’identità delle persone rappresentate, i premi o riconoscimenti.

Forse prima di segnalare una campagna pubblicitaria di un competitor nella speranza di poterla bloccare e arrecare un qualche danno economico o di immagine, sarebbe utile farsi una domanda molto semplice: “ma i nostri spot sono tutti in regola”? A quanto pare no.

Siamo sicuri che, come avvenuto negli ultimi tre anni e mezzo (dalla nascita di iliad ad oggi), queste “scaramucce” tra gestori non finiranno di certo qui.


Commenta questa e le altre notizie sui nostri profili Facebook e Twitter o nella Community dedicata agli utenti iliad (che conta già oltre 14.000 iscritti).

Puoi seguire Universo Free anche su Google News, cliccando sulla stellina da app e mobile o alla voce “Segui“. Le notifiche in tempo reale con i nostri aggiornamenti e le ultime notizie, sono inoltre disponibili unendoti al nostro canale Telegram.

iliad community

Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone. Per segnalarci novità, anteprime, nuove aperture di store iliad, scrivici direttamente da qui.

Commenta...