IN60SECONDI parliamo di Xavier Niel, Free vs TF1 e di Vittorio Colao (Vodafone) sul low cost di Iliad


IN60SECONDI è la rubrica di UNIVERSO Free in cui selezioniamo e sintetizziamo le principali (e a volte anche curiose) notizie della settimana su Iliad e il mondo delle telecomunicazioni, tutte da leggere in un minuto (o anche meno se sei Flash!).

IN60SECONDI

Xavier Niel

La società di reclutamento internazionale Russel Reynolds Associates ha presentato la sua lista dei 10 leader più influenti nel settore mobile a livello globale.

Xavier Niel è entrato in questa classifica per il contribuito che ha dato nel “colmare il divario digitale della società attraverso l’istruzione e l’innovazione”, sia con Iliad che con L’École 42 di Parigi, una scuola totalmente gratuita dedicata alla programmazione e a professioni tecniche digitali per giovani tra i 18 e i 30 anni.

Colao vs Iliad

In una intervista ad Affari & Finanza di lunedi 26 febbraio 2018, Vittorio Colao (AD Vodafone), alla richiesta se lo turbasse l’arrivo di un concorrente low cost come Iliad, ha risposto:

Il low cost ha un senso, i clienti devono scegliere. Non so che spazio troveranno, ma il loro arrivo ci stimolerà, ce la giocheremo sul mercato

Free e Canal+ vs TF1

Dopo Canal+, presto anche Free (l’operatore francese di telefonia fissa, broadband e IPTV del gruppo Iliad) toglierà dal suo bouquet i canali legati al gruppo TF1 (TF1, TMC, TFX, TF1 Séries Films e LCI) di proprietà Bouygues, lo stesso gruppo che controlla Bouygues Telecom.

Contattato da Le Parisien, l’operatore di Xavier Niel ha confermato che “farà la stessa cosa” di Canal+.

In altre parole, dal 1 ° aprile, se non viene trovato un accordo sul prezzo (TF1 chiede 20 milioni di euro contro 1 milione di quanto chiesto fino ad ora), interromperà la trasmissione di tutti i canali TF1 e il servizio di riproduzione MyTF1.

Xavier Niel in KKR

KKR, la società di investimento USA, ha nominato questa settimana Xavier Niel componente del suo consiglio di amministrazione. L’entrata di Niel nel board porta a sette gli amministratori indipendenti su un totale di 11 membri.

Nel cda siedono anche David Drummond (chief legal officer di Alphabet, la holding di Google), Joseph Grundfest (professore di Stanford e ex-commissario Sec), John Hess (ceo della Hess Corporation), Patricia Russo (ex-ceo di Alcatel-Lucent), Thomas Shoewe (ex-cfo di Walmart) et Robert Scully (ex-componente dell’ufficio del chairman di Morgan Stanley).


Se vuoi rimanere informato su Iliad con notizie e anteprime esclusive unisciti alle oltre 1.450 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale con il nostro canale Telegram oppure seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

Advertisements

2 Risposte

  1. AFhuk ha detto:

    Come minimo dovranno offrire la possibilità di acquistare le sim dal sito Iliad e riceverle tramite corriere,con i prevedibili (pochi)punti vendita del brand iniziali sarebbe davvero difficile la diffusione delle sim Iliad.

  2. Andrea Marenco ha detto:

    Non vedo l’ora che venga a sanremo

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: