iliad: in arrivo 1.000 euro di premio a tutti i dipendenti del gruppo (in Francia)


Con una nota stampa ufficiale, diffusa poco fa, il gruppo francese iliad ha comunicato l’intenzione di erogare un bonus del valore di 1.000 euro a tutti gli oltre 6.000 dipendenti del gruppo in Francia.

Il tutto, a seguito delle dichiarazioni del Presidente della Repubblica francese Macron, che ieri aveva dichiarato – in diretta tv – alcune delle misure prese a sostegno della popolazione, come aumento degli stipendi minimi di 100 euro dal 2019 e la defiscalizzazione di bonus e premi dati ai lavoratori.

Proprio su quest’ultimo punto, Macron aveva dichiarato che chiederà agli imprenditori e alle aziende “che possono” di versare dei bonus ai lavoratori entro la fine dell’anno, precisando che questi bonus non saranno sottoposti a tassazione.

Discorso Macron

Presidente della Repubblica francese Macron | Immagine dal discorso alla nazione

Non si è fatta attendere la reazione del gruppo iliad, rispondendo subito all’appello. Ecco il comunicato integrale:

“A seguito delle dichiarazioni del presidente della Repubblica francese, Thomas Reynaud, amministratore delegato di iliad, in accordo con l’intera dirigenza del gruppo iliad, ha deciso l’attribuzione di un premio straordinario di 1.000 euro ad ognuno degli oltre 6.000 dipendenti del gruppo in Francia.

Thomas Reynaud

Thomas Reynaud – Amministratore Delegato gruppo iliad

Il pagamento verrà effettuato nel momento in cui verrà votata la legge che permetterà ai dipendenti di non preoccuparsi di pagare né tasse né contributi sociali su questo premio”.

Una buona notizia in generale per tutti i francesi (nel momento in cui la legge entrerà in vigore) e in particolare per i dipendenti del gruppo iliad, che potranno godersi un premio di 1.000 euro, non tassati.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

Commenta...