Xavier Niel (iliad): nel 2019 con Free Mobile ci sarà una nuova rivoluzione nel mobile



iliad, la Rivoluzione” è lo slogan utilizzato per il lancio e per le campagne pubblicitarie a sostegno del brand e delle offerte del nuovo operatore mobile iliad, che ha debuttato lo scorso fine maggio in Italia.

Ma una nuova “rivoluzione” sembra essere in arrivo – nuovamente – in Francia, almeno per quanto riguarda l’operatore Free Mobile, dopo il lancio e il successo straordinario avuto nel 2012 e il recente calo nelle acquisizioni (ne abbiamo scritto qui).

A sostenerlo è proprio il fondatore di Free e iliad, Xavier Niel, in una breve intervista rilasciata ai nostri colleghi francesi di universfreebox.com (sito partner, con cui abbiamo condiviso tutti gli incontri con i vertici e la community di Free dal 2016 ad oggi), dove ha rilasciato poche affermazioni, ma di sicuro effetto.

Il fondatore di Free si sta preparando ad una nuova rivoluzione nel mobile e la spiega così:

Andremo a creare un nuovo modello nel mobile, a tutti i livelli […] a livello di terminali, a livello di offerte, nella distribuzione, un sacco di cose…

Abbiamo fatto una rivoluzione nel 2012 [ sul mobile ] e stiamo cercando di reinventarci ogni 6 o 7 anni.

Xavier Niel non si sbilancia oltre e non fornisce ulteriori indizi, come nel suo stile, lasciando quindi la sorpresa per il prossimo futuro, che non sarà comunque lontanissimo, visto che il tutto dovrebbe prender vita “nel 2019, entro l’estate” (salvo intoppi).

La curiosità è tanta, perché Xavier Niel è già riuscito a stravolgere il mercato della telefonia mobile francese nel 2012, in Italia iliad è partita benissimo in termini di acquisizioni e crescita e non va scordato che il fondatore di Free è colui che ha lanciato sul mercato gli ormai famosi distributori di SIM (che nel 2014 hanno fatto il loro debutto Oltralpe e ora anche da noi).

LEGGI ANCHE: Free lancia le nuove e innovative Freebox (Delta e One)

E’ indubbiamente l’uomo delle innovazioni e sarà interessante capire quale sarà la prossima e se riguarderà oltre la Francia anche la filiale italiana di iliad. Noi saremo qui a raccontarvelo, quando accadrà…


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

14 Risposte

  1. Brunogees ha detto:

    Ho avuto per anni 3 Sim attive (Omnitel poi Vodafone, Tim e Wind), anche per poter confrontare le coperture in varie zone.
    Son stato felicissimo per l’arrivo di Iliad, sottoscritta appena è arrivato un simbox nella città più vicina. Offerta chiara, nessun costo nascosto, possibilità di chiamare verso l’Europa (cosa che nessun operatore ad oggi offre) incluso, nessuna necessità di avere una applicazione (la webapp con collegamento andava benissimo)… la pecca è stata la copertura Wind, nelle mie zone pessima. Segnale debole e incostante, risultavo spesso irraggiungibile. Dopo aver atteso mesi (prima di Iliad avevo provato anche Postemobile comunque) per avere qualche notizia sulla installazione di antenne, sul migliorare la rete ecc son dovuto migrare mio malincuore a Ho / Vodafone, ma son felice per quelli che si trovano bene con Iliad. Spero arrivino presto anche come operatore fisso / internet provider, almeno sulla linea fissa avranno meno problemi.

  2. Anche da me Iliad va benone, viaggio spesso dalla mia città, Roma, verso la provincia di Grosseto e Siena in mezzo alle montagne, ascoltando musica su YouTube grazie ai giga che mi da #iliad a meno di 6 euro
    Non mi sono MAI trovato senza segnale
    Da mesi ho €.2,03 di credito e non mi si è mai attivato nessun giochino fregasoldi ne mi si è scaricato il credito per motivi non da me dipesi.
    Quando ho lavorato al servizio clienti di 3 passavo le giornate a disattivare giochini fregasoldi che “chissà come” si riattivavano da soli dopo qualche giorno! Passavo il tempo a parlare con le persone arrabbiatissime per carenza di segnale, gigabyte che si consumavano da soli, rimborsi che non avvenivano mai e tanto tanto altro..
    Con gli altri gestori Tim e Vodafone mi si scaricavano gigabyte e credito senza motivo.
    Ho avuto CoopVoce per anni, l’unico gestore che ho lasciato con leggero rammarico per copertura e correttezza ma l’offerta della #RivoluzioneIliad è davvero troppo conveniente per potermela perdere!
    Non tornerei mai ad altri gestori perché sono stati così furfanti da aspettare la #RivoluzioneIliad per abbassare le tariffe, cosa che avrebbero potuto fare da 10 anni visto che internet potrebbe essere dato GRATIS a tutti in quanto crea un giro di denaro inquantificabile!
    A buon intenditor poche parole

    • Luca ha detto:

      Quoto al 100% quello che dici. E concordo anche su CoopVoce, l’unica realtà davvero onesta oltre iliad e penso che queste realtà vadano sempre premiate, anche se in Italia e gli italiani tendono ad avere la memoria corta e a scordarsi

  3. John ha detto:

    Sicuramente ci sono ancora zone “morte” ma per quanto mi riguarda Iliad va benone, abito in provincia di Grosseto e giro abbastanza le province di SI e FI ma anche alcuni paesi dell’alto lazio dove ho dei parenti.
    Non mi sono MAI trovato senza segnale, a volte la connessione è stata scadente (2 mb ed anche meno) ma di media mi sta sui 30-40 (il valore max che ho postato in un altra discussione è stato di circa 100 down e 35 up).
    Speriamo facciano presto una bella offerta flat 4g a max 30 euri

  4. Matteo ha detto:

    Concordo pienamente con Diego!!!!!!……vogliamo parlare della BLU????…..sempre che,…..tu fossi già presente in questo mondo a quell’epoca!?!?!?

  5. Patrick ha detto:

    In Italia di certo a portato un ventata di aria fresca facendo abbassare drasticamente le offerte della concorrenza! Ma lì si è fermata…. Ad oggi è fuori mercato rispetto alla concorrenza…. Continua ad aprire corner e negozi per cercare di accaparrarsi più clienti possibili senza dare qualità nei servizi… Anzi peggiora sempre di più, sharing roaming con Wind ormai perpetuo, ip francese camuffato e app ufficiali il nulla…. Il Tizio…. cioè il proprietario di Iliad è Free Mobile fa solo chiacchiere e cercare di allungare il brodo… Se continuano così in Italia ben presto chiuderà i battenti!!!!!

    • Diego ha detto:

      Ecco un altro leone da tastiera che annuncia la morte prematura (come quelli che lo facevano già prima che iliad sbarcasse in Italia).

      Un operatore mobile ha bisogno di tempo per costruirsi una sua rete e migliorarsi, non è che in due minuti creano tutto… non ti ricordi della 3? Per quanti anni ha fatto roaming in GPRS con la TIM e a pagamento? Qui il roaming è fino a 4G+, è gratis, non so cosa si pretende di più, non possono mica fare miracoli.

      Se oggi c’è concorrenza è proprio grazie ad iliad, prima che arrivasse le tariffe e le offerte con minuti SMS e GB inclusi erano nettamente inferiori alle attuali e costavano molto di più.
      Voglio proprio vedere se mai dovesse chiudere i battenti come speri tu (una speranza del genere se la augurano solo i competitor), quando poi tornano tutti ad aumentare i prezzi quanto sarai felice.

      • Patrick ha detto:

        Forse lo sei tu il leone da tastiera io posso metterci anche la faccia su quello che dico. Dico quello che vedo! A si ha bisogno di tempo?! Un detto dice: chi ha tempo un aspetti tempo! Io a questo società o pseudo società avevo dato fiducia dal giorno 0 cioè il 29 maggio ultimo scorso dopo la conferenza in diretta Di Levi! Certo che poi dall’ inizio subito problemi a non finire…. E soprattutto nessuna volontà di risolverli ma solo fiumi di parole ad oggi … E nessuna sincera’ nel chiarire il problema del IP, dello sharing roaming… Quindi prima di fare paternali rifletti! E comunque ad oggi ciaone Iliad!

        • Diego ha detto:

          Nessuno contesta il fatto che ti sei trovato male, se è così hai fatto bene a cambiare, come penso farebbe chiunque. I problemi che si sono riscontrati li han pian piano tutti risolti, quelli riguardanti la rete, non essendo la loro al momento, non possono di certo risolverli in un secondo (e comunque dipende da dove vivi, anche leggendo altri commenti è chiaro che è tutto molto soggettivo e dalla zona).

          E comunque il punto rimane sempre lo stesso: è un operatore che ha sei mesi di vita.Quando è nata la Wind o Omnitel o 3 o la Blu (pace all’anima sua) avevano già una copertura nazionale? No. Avevano problemi? Certo, come tutti gli operatori appena nati. Senza dimenticare che siamo nel 2018, quando erano nati gli altri operatori in alcuni casi c’erano solo le chiamate e gli SMS, oggi c’è internet ad alta velocità su smartphone sempre più evoluti, son cambiate le esigenze, si è molto più esigenti, ma pretendere da un operatore appena nato di avere già una copertura al 100% e raggiungere la perfezione è come dire ad un bambino di 6 mesi alzati, cammina da solo e vai a farmi la spesa.

          Qui si sta perdendo davvero la ragione.

          • bifax ha detto:

            ** troll bannato **

            • Patrick ha detto:

              Il problema dell’ IP francese e lo sharing roaming… E la copertura pessima c’è sempre!! Li ho verificati perché mia mamma ha ancora per poco una sim Iliad… Aggiungo anche che non ho detto in precedenza che quando vai all’estero in roaming e un disastro più delle volte in diversi paesi che sono stato la rete è spesso assente, internet funziona a stento…. Per poi il nulla! Mai sai la verità è un’altra non vogliono investire più di tanto se non hanno un certo numero di clienti….

  6. Feiore ha detto:

    I sottotitoliiii… .

    • Redazione ha detto:

      Puoi impostare il traduttore nei sottotitoli di Youtube, in ogni caso il contenuto principale delle dichiarazioni è quello che abbiamo trascritto nell’articolo 🙂

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: