Rimodulazioni TIM: dal 28 aprile 1,99 euro al mese in più su alcune offerte di rete mobile


La pessima abitudine a rimodulare le proprie offerte non sembra esser passata di moda in casa TIM. L’operatore ha infatti comunicato sul proprio sito web che a partire dal 28 Aprile 2019 modificherà (o meglio aumenterà) il prezzo mensile di alcune offerte mobili di clienti ricaricabili non più in commercializzazione.

Si tratta di un aumento di ben 1,99 euro al mese, in pratica 23,88 euro in più all’anno. Come accade in questi casi un po’ per tutti i gestori, la giustificazione utilizzata per questi aumenti è quella di “continuare a garantire un servizio di qualità”.

Rimodulazioni TIM

TIM accompagna questi aumenti con la possibilità di attivare gratuitamente (di fatto a 1,99 euro al mese) una delle seguenti promozioni:

  • Minuti Illimitati gratis“, per parlare Senza Limiti con tutti i numeri mobili e fissi nazionali, sia in Italia che in roaming in tutti i Paesi dell’Unione Europea. La promozione è a tempo indeterminato.
  • 20 Giga gratis per 1 anno“: che offre ogni mese 20 GB gratis per 1 anno, per navigare in Internet dal proprio smartphone alla velocità della rete 4.5G di TIM, in Italia e nei Paesi dell’Unione Europea.

Ciascun Cliente potrà verificare qual è la promozione a lui riservata e attivarla gratuitamente direttamente nella sezione “Offerte per te” di MyTIM Mobile, oppure chiamando il numero gratuito 409168.

Tutti i clienti TIM interessati da tali aumenti sono informati con una campagna comunicazionale mirata tramite:

  • SMS con invii effettuati a partire dal 28 Marzo 2019;
  • IVR dedicato con la predisposizione del numero gratuito 409168;
  • WEB con un’informativa pubblicata nella pagina “Per i Consumatori – comunicazioni importanti”, cliccando nella sezione mobile “News e Modifiche contrattuali”;
  • Servizio Clienti 119 in cui gli addetti alla risposta sono a disposizione per fornire tutte le informazioni di dettaglio personalizzate.

Per chi non fosse intenzionato ad accettare questi aumenti, potrà esercitare il diritto di recesso disattivando l’offerta senza costi aggiuntivi (fino al giorno antecedente la data di avvio della modifica contrattuale) o, più semplicemente, valutando una portabilità del numero verso altro gestore.

La strada più facile in questi casi rimane sempre quella della portabilità del numero verso altro gestore, ma se qualcuno fosse intenzionato a recedere dal contratto, richiedendo la cessazione della linea, può farlo compilare direttamente on line il “Modulo di richiesta cessazione ed autocertificazione di possesso linea” e inviarlo all’indirizzo indicato nello stesso o tramite PEC all’indirizzo disattivazioni clientiprivati@pec.telecomitalia.it, allegando copia della documentazione richiesta, oppure recarsi presso i negozi TIM o chiamando il 119.

Qualora sulla linea mobile sia associato un contratto per l’acquisto di un prodotto con pagamento rateizzato (ad esempio telefono, tablet, etc.) o un’offerta con promozione legata alla permanenza del numero in TIM, prima di effettuare la richiesta di disattivazione dell’offerta o di cessazione della linea o di passaggio ad altro operatore, il cliente dovrà compilare online il ”Modulo di richiesta di esercizio diritto di recesso” oppure contattare il Servizio Clienti 119, affinché non gli siano addebitati eventuali penali e costi di disattivazione contrattualmente previsti in caso di cessazione anticipata dall’offerta. Compilando il medesimo modulo è possibile, inoltre, decidere se mantenere attiva la rateizzazione del prodotto o pagare le rate residue in un’unica soluzione.

Questo l’ultimo “regalo” da parte di TIM ai suoi clienti. Se siete tra i “rimodulati” e state ricevendo comunicazione della modifica via SMS, diteci la vostra nei commenti, segnalando anche l’offerta attualmente attiva sulla linea e che vedrà presto un aumento di 1,99 euro al mese.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici su Facebook e Twitter

10 Risposte

  1. giovanni ha detto:

    É il prezzo dell’innovazione, delle reti 4.5g, delle reti da 1gb proprietarie di rete fissa ecc. Mi pare normale pagare per ottenere un servizio veloce e superiore. Non ci vedo nessuno scandalo. Chi non ha certe necessitá e si accontenta, puó sempre usare l’operatore che risulta ultimo nella classifica delle velocitá (a pari costo…). Sono semplicemente scelte personali. C’é chi va a mangiare una pizza e spende 10€ e c’é chi va a mangiare in un ristorante da 50€ a testa, dov’é il problema? Se non si fa lo sforzo di capire cosa c’é dietro un aumento di prezzo, trovo che ci siano dei seri limiti. La libertá di scelta esiste, che centra la vergogna? Se uno ha una Panda e un’altro vuole comperarsi una tedesca che dall’1 Aprile aumenta di un X % va dal concessionario della tedesca a dirgli di vergognarsi? Hahahaha a volte é cosí facile far lavorare la mente e cercare di capire prima di accusare e puntare il dito…. Leggere certe cose, a volte é divertente ma spesso é patetico, sembra tifo a senso unico a prescindere.

    • Michele ha detto:

      Sono due mondi che non possono essere paragonati, da una parte parliamo di un servizio dall’altra di un bene materiale. Hai ragione sul fatto che ognuno sceglie quello di cui ha bisogno in base alle proprie esigenze. Se si vuole risparmiare e non avere a che fare con rimodulazioni selvagge e altri giochini noti, si può optare per iliad, se si è interessati solo a controllare lo speedtest dalla mattina alla sera, allora valuteranno altro.

      L’assurdo è che nella maggior parte dei casi velocità elevate in download su uno smartphone non vengono nemmeno sfruttate e per chi lo usa per mail, navigazione web o social (cioè buona parte degli utenti), di 20/30/100 Mbps ci fa poco o nulla.

  2. Vincenzo ha detto:

    Nonostante tutto Tim si tratterrà dei soldi. Cosi usano fare perché sono bravi a svuotare il credito degli utenti

  3. Marcelo ha detto:

    ILIAD TUTTA LA VITA

  4. roberto ha detto:

    E ci risiamo. Di nuovo rimodulazioni in corso. Ma dai è poi viene criticata iliad di non essere trasparente. Sempre e solo iliad per me.

  5. Antonio ha detto:

    Iliad PER SEMPRE

  6. Franco Rossetti ha detto:

    Dalla loro posizione dominante, possono permettersi di fare questo ed altro, i sudditi possono solo subire. Di sicuro a loro i 3.000.000 di utenti a prezzo fisso non danno alcun problema, é una questione di numeri. D’altra parte é un paese libero, c’é a chi piace il prezzo fisso in trattoria, con tutti i suoi limiti e pregi, e c’é chi ama il masochismo degli aumenti periodici, con la differenza di avere a disposizione la massima qualitá voce e internet.

  7. Lele ha detto:

    Maledetta TIM, ma anche WIND TRE e VODAFONE non sono da meno, tutta la vita ILIAD.

  8. Michele ha detto:

    Il giorno prima i servizi in down,il giorno dopo ti rimodulano pure.Benvenuti in TIM!:-))

  9. feiore ha detto:

    Impressionante, questa gente perde il pelo e non il vizio
    E non si vergognano..

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: