Rete iliad: a San Benedetto del Tronto niente antenna sulla Chiesa (per ora)


Chiudiamo questa settimana tornando virtualmente nelle Marche, per la precisione a San Benedetto del Tronto. Come avevamo riportato lo scorso 10 luglio, qui iliad aveva individuato e sottoposto al Comune 14 aree dove inserire propri impianti (tra nuovi e quelli ceduti da Wind Tre).

Le zone interessate erano: Colle Maddalena, parcheggio dello stadio, 2 aree lungo l’autostrada, uscita tangenziale, via San Giacomo, San Giovanni Scafa, Palariviera, campo sportivo Merlini, bocciodromo, Chiesa di San Benedetto Martire, palazzo comunale, Via Faliero.

Tra queste aveva fatto discutere la scelta di installare un impianto all’interno della torre campanaria della storica Chiesa di San Benedetto Martire (Patrono della città), con tanto di intervento del parroco Don Guido e altri parrocchiani che chiedevano di bloccare l’installazione.

Stando alle ultime notizie che arrivano dalla cittadina marchigiana (riportate dal quotidiano Il Resto del Carlino, nell’edizione in edicola ieri), il piano antenne sta comunque andando avanti e il Comune ha individuato per ora cinque aree sulle quali sorgeranno altrettanti nuovi pali e relative antenne dei diversi gestori.

Delle cinque aree selezionate (via Valtellina, il parcheggio del cimitero nel quartiere Ponterotto, Colle della Maddalena, l’area della Bocciofila e l’area nei pressi del campo sportivo Merlini), ad oggi è esclusa proprio la Chiesa di San Benedetto Martire.

Per il momento parroco e parrocchiano possono tirare un sospiro di sollievo, che probabilmente durerà poco, visto che il piano antenne prevede 19 interventi da effettuare in tutta la città, di cui 14 riguardano iliad.

Ma non ci sono solo loro, contraria a queste nuove installazioni anche l’associazione Ambiente e Salute, che ha già dichiarato, per bocca del suo vicepresidente, che chiederanno l’accesso agli atti e verificheranno l’esposizione alle onde. Se ne riparlerà nel consiglio comunale di settembre, con calma insomma.

Come fatto la volta scorsa, noi continuiamo a suggerire ad iliad e al Comune di San Benedetto, di utilizzare delle antenne a forma di palma (piante la cui presenza in città è abbondante), come fatto da Free Mobile in alcune località francesi. Chissà, magari così passeranno inosservate ai più.

Antenna Free a forma di palma

Antenna Free Mobile a forma di palma


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook e Twitter

Commenta...