Disservizio WINDTRE e Very Mobile: si comincia a parlare di un attacco hacker



I nostri dubbi su un possibile attacco hacker dietro ai disservizi che nei giorni scorsi hanno coinvolto i sistemi di WINDTRE e Very Mobile (il suo second brand), stanno prendendo sempre più forma.

Secondo quanto riportato oggi pomeriggio da Bloomberg, la prima ammissione arriverebbe indirettamente dallo stesso CEO del gruppo, Jeffrey Hedberg che, in una mail inviata ai dipendenti, ha scritto:

Tutti voi avete letto delle minacce su larga scala ai sistemi informatici che coinvolgono più di 250.000 aziende e organizzazioni pubbliche in tutto il mondo.

In questo contesto, circa 40 computer della nostra azienda hanno subito interruzioni, inefficienze e di conseguenza alcuni documenti memorizzati nel sistema di file sharing dell’azienda non sono attualmente disponibili.

Secondo quanto riferisce Bloomberg, il numero di postazioni di lavoro di WINDTRE presumibilmente interessate è pari allo 0,6% del totale dell’azienda.

Citando poi un portavoce di WINDTRE è stato spiegato che alcuni sistemi sono stati isolati per prevenire qualsiasi impatto sul servizio ai clienti, “che continuiamo a fornire senza alcuna interruzione”.

Per Bloomberg a facilitare questi attacchi c’è di fatto lo smart working, con i dipendenti che lavorano da casa che diventano facili obiettivi degli hacker (grazie ai malware che riescono ad installare sui laptop delle vittime).

Da parte sua WINDTRE non ha diffuso nessuna nota stampa per confermare o smentire un attacco hacker.


Segui Universo Free anche su Google News, clicca sulla stellina da app e mobile o alla voce “Segui“. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale, unisciti al nostro canale Telegram e seguici nella grande community Facebook e Twitter (o nel nostro nuovo Gruppo Facebook). Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

iliad community

Commenta...