Il Gruppo iliad investe nell’intelligenza artificiale. Xavier Niel: determinati ad esserci

Gruppo iliad - Groupe iliad

Il Gruppo iliad ha annunciato oggi investimenti strategici nel campo dell’intelligenza artificiale, con investimenti per circa 200 milioni di euro, al fine di far emergere campioni europei in un momento in cui colossi americani come Microsoft o Google hanno preso il comando sul tema con miliardi di dollari.

Dal punto di vista hardware, il Gruppo ha acquistato il più potente supercomputer AI cloud-native finora utilizzato in Europa. Si tratta di NVIDIA DGX SuperPOD: dotato di sistemi NVIDIA DGX H100, è la piattaforma di supercomputing AI più avanzata al mondo, installato nel cuore del Datacenter 5 di Opcore (business unit che gestisce i data center  – ex Scaleway – del Gruppo iliad), localizzato a Parigi.

Questo investimento rappresenta un primo, molto significativo, passo per raggiungere l’obiettivo a breve termine di aumentare la potenza di calcolo cloud-native disponibile all’interno delle strutture di Scaleway, società controllata da iliad e attiva nel settore del cloud computing.

Inoltre, il Gruppo iliad ha annunciato anche di aver avviato la creazione di un laboratorio di eccellenza dedicato alla ricerca sull’intelligenza artificiale, nel quale sono già stati investiti oltre 100 milioni di euro.

Guidato dal fondatore Xavier Niel, gli obiettivi principali del laboratorio di eccellenza saranno di:

  • aiutare l’intero ecosistema AI (organizzazioni pubbliche e private, imprese e organizzazioni no profit) a beneficiare di progressi significativi nello sviluppo e nell’ottimizzazione di modelli di AI;
  • formare una nuova generazione di ricercatori;
  • promuovere la consapevolezza delle istituzioni, delle aziende e del pubblico in generale sulle tecnologie dell’AI attraverso la ricerca aperta in laboratorio.

Evento AI a Parigi (Station F)

Infine, il Gruppo ha annunciato per il prossimo 17 novembre un grandissimo evento dedicato all’intelligenza artificiale (l’obiettivo è farne la più importante conferenza europea sul tema) all’interno di Station F, il più grande incubatore al mondo di startup (inaugurato nel 2017 a Parigi).

All’appuntamento parteciperà ovviamente anche Xavier Niel, che presenterà l’equipe composta da ricercatori di fama internazionale.

Le parole di Xavier Niel

Queste le parole del fondatore del Gruppo iliad a margine dell’annuncio:

Quando scoppia una rivoluzione tecnologica, vogliamo farne parte. 25 anni fa, la rivoluzione si chiamava Internet, e noi eravamo lì. Oggi si chiama intelligenza artificiale e siamo determinati ad esserci.

Stai iniziando a conoscerci: quando entriamo nel gioco, non è per guardare la partita che accade senza di noi.

Ma per pesare nel mercato dell’intelligenza artificiale, in un momento in cui i giganti americani stanno facendo passi da gigante con un vantaggio considerevole, per il fondatore e proprietario del Gruppo iliad “hai bisogno di potenza di calcolo”.

E per fare questo “hai bisogno di supercomputer. E per avere supercomputer, devi investire. Investi molto. iliad l’ha fatto. Di conseguenza, ora abbiamo la più grande potenza di cloud computing dedicata all’IA implementata fino ad oggi in Europa. E questo è solo l’inizio”.

L’obiettivo è quello di creare un campione europeo dell’AI: “lo vogliamo e possiamo farlo”.

È una questione di sovranità: per proteggere i nostri dati, abbiamo bisogno di piattaforme situate sul nostro territorio. Non è però sufficiente tirare fuori un campione, ma un intero ecosistema francese.

Poiché vogliamo contribuire a questo, creeremo quindi un laboratorio di ricerca sull’intelligenza artificiale, mettendo le risorse e reclutando i migliori ricercatori.

Non vogliamo avere algoritmi per i nostri figli che si affidano ai nostri amici americani o cinesi. Sono fantastici, ma potremmo non avere le stesse regole o le stesse usanze.

Vogliamo che i nostri algoritmi siano con le nostre regole, con il nostro metodo di funzionamento – ha dichiarato Niel all’AFP, aggiungendo – la Francia ha le migliori scuole per fare ricerca e, questo, tutti gli americani ve lo diranno.

Voler diventare un campione di intelligenza artificiale è una scommessa un po’ folle. Ma dopo tutto, è stata anche una scommessa folle, voler rendere internet accessibile a tutti. Non ci ha davvero rallentato….

E se è riuscito a fare la rivoluzione di internet, chissà che non riesca a realizzare anche questo obiettivo.


Commenta questa e le altre notizie sui nostri profili Facebook, X (ex Twitter), BlueSky, Mastodon o nella Community dedicata agli utenti iliad (che conta oltre 21.000 iscritti).

Puoi seguire Universo Free anche su Google News, cliccando sulla stellina da app e mobile o alla voce “Segui“. Le notifiche in tempo reale con i nostri aggiornamenti e le ultime notizie, sono inoltre disponibili unendoti al nostro canale Telegram e al nostro nuovo canale WhatsApp.

Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone. Per segnalarci novità, anteprime, nuove aperture di store iliad, scrivici direttamente da qui.