Benedetto Levi (AD iliad): in Italia abbiamo creato circa mille posti di lavoro


Dal debutto dello scorso 29 maggio ad oggi, iliad continua a crescere sia in termini di utenti che di negozi e corner disponibili in tutta Italia. Ma non solo, crescono anche i dipendenti della filiale italiana del gruppo.

A dirlo è lo stesso AD iliad, Benedetto Levi, intervistato dal Corriere del Mezzogiorno, nell’edizione attualmente in edicola. Ecco le sue parole.

Benedetto Levi

Benedetto Levi

“Per il momento abbiamo dodici uffici in Italia, di cui uno in Campania, a Napoli al centro direzionale, che lavorano con l’obiettivo di dare autonomia infrastrutturale all’operatore nell’arco dei prossimi anni. Inoltre, a breve arriverà anche il 5G e già, all’asta di settembre, iliad si è assicurata, per 1,2 miliardi di euro, un lotto di 10 Mhz nella banda dei 700 Mhz Fdd e un lotto di 20 Mhz nella banda dei 3.700 Mhz”.

Levi parla poi del nuovo store inaugurato a Napoli lo scorso 4 dicembre (qui tutti i dettagli e le prime foto), l’undicesimo a livello nazionale:

Finora abbiamo 140 punti vendita, tra i “corner” all’interno di centri commerciali e gli store monomarca. In entrambi si trovano le innovative Simbox, terminali digitali che consentono di sottoscrivere le offerte in pochi minuti e di ottenere subito una SIM, che viene attivata dopo una verifica dell’identità di ogni utente.

È chiaro che siamo interessati ad essere ancora più vicini agli utenti, e quindi ad aprire store a marchio nei punti nevralgici delle principali città.

Secondo quanto riportato dal quotidiano, anche se non confermato dallo stesso AD, la prossima apertura dovrebbe essere prevista nella città di Bari.

E in termini occupazionali? Benedetto Levi sottolinea come ad oggi iliad in Italia ha creato circa mille posti di lavoro:

Ad oggi abbiamo creato circa mille posti di lavoro tra diretti e indiretti in Italia e la ricerca del personale è sempre aperta a diversi profili, non necessariamente con esperienza, ma sicuramente con una gran dose di entusiasmo.

La fine di questo 2018 è vicina e sarà interessante scoprire con quali numeri il nuovo operatore mobile italiano chiuderà l’anno.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

14 Risposte

  1. doomboy ha detto:

    Per carità, è sempre una buona cosa quando si creano posti di lavoro, però per il rovescio della medaglia, inevitabilmente mi domando a quanti licenziamenti porterà la corsa al ribasso delle tariffe… perché è piuttosto evidente chi pagherà questa contrazione dei guadagni: Dipendenti, dealer e quant’altro. Per carità, fa parte del mercato della libera concorrenza, ma eviterei di santificare chi crea 1.000 posti di lavoro, se nel frattempo ne mette a rischio 10.000 altrui.

  2. GINO POLETTO ha detto:

    A quando la possibilitá di cambiare contratto pagando la differenza?

    • Matteo Piccirillo ha detto:

      Lo vedo difficile; probabilmente sperano che compri un’altra sim iliad e ci fai la portabilità della prima.

  3. bifax ha detto:

    Non era il Gigetto Nazionale che intorno a Giugno / Luglio, insieme ai sindacalisti diceva che Iliad sottraeva forza lavoro mettendo in difficoltá la concorrenza? Non ne azzecca una Gigetto, la dichiarazione dell’AD Levi riguardo a circa un migliaio di nuovi occupati diretti e indiretti é per Gigetto come ricevere un incudine sui … Cosidetti…! 🙂
    Nota a margine: Patrick comunque non ha cosí torto….

    • Redazione ha detto:

      Bifax te lo abbiamo già segnalato altre volte, qui non c’è spazio per commenti di tipo politico, che siano battutine o meno, non è la sede giusta, quindi ti preghiamo di evitare. Vale come ultimo avviso.

      • bifax ha detto:

        Io mi riferivo ai vostri post del 26 Luglio a firma Andrea con titolo: “Simbox Iliad parla il ministro Di Maio” e al vostro post del dal 1 Agosto con firma Redazione con titolo “Tutti contro Iliad: nota congiunta dei sindacati di settore” entrambi pubblicati qui su Universo Free con tanto di commenti ironici da parte di chi vi ha partecipato. Non ho fatto politica, mi sono limitato a riprendere 2 vostri articoli a distanza di mesi dalla loro pubblicazione, usando l’ironia. Probabilmente é cambiata la linea editoriale, piu rigida. Ne prendo atto

  4. salvatore matta ha detto:

    purtroppo sono due giorni che non riesco a parlare con nessuno e neanche entro in internet …sarà il vento??

  5. PaooP ha detto:

    Ad oggi la copertura è da migliorare tantissimo, la qualità e la velocità di Internet sono ancora molto basse. Il servizio Ti ho cercato da scorporare dalla segreteria telefonica e renderlo indipendente. La possibilità di poter swichare da un’offerta ad un’altra. Ci vuole un’applicazione, anche semplice e leggera, ma ci vuole. Da browser è una scocciatura. C’è molto, molto da fare.

    • nastys ha detto:

      Perché da browser è una scocciatura? L’unico difetto è che non ha un widget ma a parte questo trovo fantastico non dover installare un’applicazione. È possibile creare un collegamento alla home, così sembra un’app.

    • Maurizio Tosetti ha detto:

      e’la miglior soluzione avere accesso da browser. No alle app sono la morte nera per uno smartphone per questo tipo di servizio. Forse una mancanza e’ proprio un ivr telefonico da poter controllare il proprio credito e modificare le opzioni della propria offerta in particolare per chi ha aderito per l’ offerta Iliad Voce.

    • Riccardo ha detto:

      Concordo solo sulla segreteria telefonica, per il resto, l’applicazione semplice e leggera ce l’hai già, come segnalato da nastys, basta salvare la pagina dell’account iliad (iliad.it/account) sulla home del tuo smartphone e avrai praticamente una app (o meglio una web app). Io la uso così da sempre e non sento il bisogno di una applicazione pesante che mi occupa spazio sul telefono quando così ho accesso a tutto quello che mi serve 🙂

  6. Patrick ha detto:

    Meno male che c’è Iliad che è diventata la palatina che sta risolvendo anche il problema della disoccupazione in Italia. Come direbbe Totò: ma mi faccia il piacere!

  7. Mario ha detto:

    Continuate così! Anche se l’Italia è un mercato difficile e anche se molti italiani continuano ad abboccare alle false promesse/offerte degli altri gestori, non mollate e continuate sulla strada della serietà e trasparenza che avete intrapreso dall’inizio, alla fine pagherà, ne sono convinto 😉

    • Patrick ha detto:

      Abboccare di cosa! Con le offerte sono fuori mercato rispetto alla concorrenza! Copertura pessima in sharing roaming con Wind ormai perpetuo… Ip ancora francese camuffato… In futuro andra’ meglio si aspetta e spera!

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: