Compleanno iliad: 2 anni di crescita ininterrotta. Levi e la Rivoluzione iliad: “Pronti per farne tante altre”



Esattamente due anni fa debuttava in Italia iliad, il nuovo quarto operatore di rete mobile che ha rivoluzionato il mercato della telefonia, partendo con una offerta dal basso costo mensile, con molti Giga di traffico dati, minuti e SMS illimitati e, soprattutto, senza vincoli, senza costi nascosti e in poche parole, senza brutte sorprese per il consumatore.

E’ inutile girarci intorno, se oggi i prezzi delle offerte nel segmento mobile si sono abbassati e sono invece aumentati i quantitativi di Giga messi a disposizione da tutti gli operatori, lo si deve proprio allo sbarco di iliad.

pacchetti tutto escluso

E per capirlo, basta rinfrescare un po’ la memoria: nel 2018 i vari servizi ChiamaOraChiamami o Ti Ho Cercato erano tutti a pagamento. L’utilizzo mensile di tali servizi variava dagli 81 centesimi di Wind ai 3,60 euro di Vodafone.

LEGGI ANCHE: Secondo compleanno iliad, concorso per vincere un iPhone 11

Per iliad questi servizi essenziali per l’utente dovevano essere offerti gratuitamente e così è stato da subito (seguita poi a ruota da altri gestori).

Situazione simile per la segreteria telefonica o la verifica del credito residuo, tutti servizi con dei costi aggiuntivi per l’utente con quasi tutti gli operatori concorrenti (basti pensare ad esempio alle chiamate al 414 di Vodafone per la verifica del credito residuo, dove venivano addebitati 40 centesimi a telefonata, servizio rimasto ancora oggi a pagamento).

Rivoluzione tariffe

Sul fronte tariffe poi, una vera rivoluzione: chi oggi si lamenta della mancanza di nuove offerte da parte di iliad, forse ha già dimenticato che nel 2018 per avere minuti illimitati e pochi Giga, si arrivava a spendere fino a 30 euro al mese, con vincoli spesso di 24 mesi e relative (costose) penali per recessi anticipati.

confronto altri operatori iliad

Oggi, dopo l’offerta “shock” proposta in fase di lancio a 5,99 euro al mese (che consigliamo di tenere stretta a chi la sta ancora utilizzando), iliad propone ancora pacchetti tariffari imbattibili sul fronte della convenienza, in primis perché aperti a tutti e non, come propongono alcuni competitor, solo per pochi giorni o solo per chi proviene da specifici operatori (sostanzialmente iliad e qualche MVNO indipendente).

Il tutto con la garanzia di avere in mano un prezzo fisso che non cambierà nel tempo, senza le rimodulazioni che per anni ci hanno regalato e continuano a regalarci gli altri gestori (senza dimenticare la  fatturazione a 28 giorni e i vari balzelli che spuntano fuori periodicamente), pagando sempre la stessa cifra ogni mese, non un centesimo di più.

Rivoluzione nel fisso

Ora rimane un’altra “rivoluzione” da fare, quella nella telefonia fissa, dove la concorrenza è minore rispetto al mobile e dove non mancano vincoli e costi nascosti che si fanno sentire nelle bollette dei clienti.

Sicuramente è una delle tante rivoluzioni a cui si riferiva oggi l’AD di iliad Italia, Benedetto Levi, con un tweet pubblicato nel pomeriggio per ricordare i due anni dal lancio: “Il 29/5/2018 arrivavamo sul mercato con la nostra offerta, sembra un attimo fa. Giusto il tempo di fare una Rivoluzione. E siamo pronti per farne tante altre.”

I numeri d’altronde fino ad oggi non fanno che premiare la scelta della totale trasparenza di iliad, con le sue offerte Giga 50, Giga 40 e iliad Voce, che continuano a conquistare nuovi clienti, ormai sempre più vicini alla soglia dei 6 milioni.

Prossime tappe: l’offerta 5G prevista per la seconda metà di questo 2020 (ritardi dovuti alla pandemia di Covid-19 permettendo) e a seguire, lo sbarco nel fisso.


Segui Universo Free anche su Google News, clicca sulla stellina da app e mobile o alla voce “Segui“. Non perderti le ultime notizie con le notifiche in tempo reale, unisciti al nostro canale Telegram e seguici nella grande community Facebook e Twitter. Universo Free è anche una comoda Web App gratuita che puoi portare sempre con te, scaricala subito sul tuo smartphone.

12 Risposte

  1. Vito ha detto:

    Buona sera a tutti, io aspettavo iliad da mesi prima che entrasse in italia, ho richiesto la sim il primo giorno che hanno attivato il sito, ero contento anche se la velocità internet traballava pensavo che sarei stato loro cliente per sempre (SOLO PER PRINCIPIO), fino a quando hanno accorpato le antenne wind e 3 nella mia zona da allora per MESI non si navigava cadevano le telefonate e problemi vari IL SERVIZIO CLIENTI ILIAD NON SERVE A NULLA NON RISOLVONO NESSUN PROBLEMA! dopo circa 7 mesi a NON NAVIGARE a NoN ricevere notifiche ecc ho dovuto passare alla concorrenza. Appena arrivano a 10 milioni di clienti ne vedrete delle belle con il poco spettro di banda in 4g che hanno . Io posso augurare a iliad in bocca al lupo ma il servizio è peggiorato figuratevi quando wind3 non trasmetterà più il loro segnale . Mah

    • Michele ha detto:

      Come darti torto,io sono cliente dal primo giorno e ancora aspetto di riuscire a fare una telefonata,di navigare in rete poi,nemmeno a parlarne.Ho chiamato il call center e mi hanno detto di avere pazienza e di pagare e stare zitto.Io sto eseguendo alla lettera le loro indicazioni ma nulla è cambiato.E meno male che sotto casa mia ci sono ancora cabine telefoniche funzionanti ed il vicino di casa mi presta il pc e la connessione per scrivere questi commenti.
      Detto questo,ma veramente venite su questo sito con la convinzione di strappare mezzo cliente ad Iliad con queste storie da reality-sciò?

    • Maurizio Tosetti ha detto:

      Delle belle cosa?? Dimentichiamo che Iliad ha il 5G dalla sua parte . E che e’ messa meglio da questo punto di vista. Non e’ che la tecnologia si ferma solo al 4G…
      Tutti i servizi clienti non possono risolvere i problemi…

      • Elgringo ha detto:

        Ragazzi, innanzitutto 5G e 4G sono due cose differenti. Se non paghi per la sottoscrizione ad una promo 5G non vai in 5G, nè tantomeno iliad te lo regala dopo aver speso un miliardo e passa in frequenze.

        La differenza la fa tutto lo spettro (maggiore è lo spettro in Mhz, maggiore è la velocità 5G raggiungibile). Analizziamolo:

        – Tim tiene 90 Mhz di spettro complessivi (80 Mhz sulla frequenza 3700 e 10 Mhz su quella 700)

        – Vodafone uguale a Tim

        – Wind3 ha 20 Mhz di spettro sulla frequenza 3700 + 40 Mhz di spettro di Fastweb sulla frequenza 3500

        – Iliad ha 30 Mhz complessivi (10 mhz su 700 + 20 mhz su 3700).

        Quindi esattamente “è messa meglio da questo punto di vista” rispetto a quale operatore?

        N.B. Ho omesso volutamente le frequenze millimetriche, visto che al momento il loro utilizzo non è stato ancora consentito, e dubito che accadrà nel breve periodo.

  2. Michele ha detto:

    Noi non vogliamo che Iliad offra servizi fisso/internet,noi lo ESIGIAMO!

  3. Alessandro D'Arpini ha detto:

    Onestamente, a chi serve oggi la linea telefonica fissa? Per la connettività, è un altro discorso ma la telefonata da casa… Con tutte le chiamate indesiderate… Credo che la linea telefonica fissa somigli più ad un dinosauro che altro. Ma forse sono stupido io.

    • Axel ha detto:

      Sono d’accordo con te, ma purtroppo per avere la fibra FTTC e/o FTTH, nella maggior parte dei casi, purtroppo bisogna sorbirsi anche la linea fissa e la miriade di telefonate dai vari call center

      • Elgringo ha detto:

        Esiste la possibilità di non ricevere chiamate a scopo promozionale. Chiedete ai vostri operatori.

        • Alessandro D'Arpini ha detto:

          Il Registro delle Opposizioni?
          Una cosa inutile!
          Numero fisso VoIP, una Raspberry Pi, Asterisk e il modulo Black List usato all’incontrario ovvero una White List Only.
          Cerca con Google il mio nome e cognome e troverai il mio tutorial passo passo.
          Per una prova pratica, il mio numero 0676906133 e vedrai che non passi nemmeno morto perché non sei nella White List.
          Da ILIAD mi aspetto quindi una linea telefonica fissa in tecnologia VoIP con questo tipo di intelligenza, da usare anche sul cellulare. Una vera rivoluzione!

          • Michele ha detto:

            Probabilmente avresti ottenuto lo stesso risultato comprando un cordless da un paio di decine di euro col blocco chiamate,io ho risolto così.Call center e disturbatori rasi al suolo.

            • Alessandro D'Arpini ha detto:

              Un sistema basato su black list è inutile. I disturbatori lo sanno ed utilizzano numerazioni mobili che se bannati possono cambiare in men che non si dica. Un sistema basato su “tutto chiuso” ed aperto unicamente alle numerazioni conosciute, è infallibile.
              In questo modo puoi cambiare quante volte vuoi il tuo numero ma non sarai mai in grado di far trillare i miei telefoni.

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: