Iliad: attenzione all’utilizzo di smartphone senza banda 20 (LTE)


Per chi abituato a cambiare spesso telefono o a testarne sempre di nuovi, magari questo articolo apparirà scontato, ma non lo sarà sicuramente per tutti quei clienti Iliad che stanno utilizzando uno smartphone privo della banda 20 (utilizzata per la copertura 4G da quasi tutti i gestori, in primis Wind, a cui Iliad si appoggia) e che magari si stanno chiedendo come mai in alcune zone possono collegarsi solo alla rete 3G.

Iliad Wind banda 20Questa banda è, in alcuni casi, l’unica utilizzata da Wind per coprire determinate aree del nostro paese con la rete 4G (banda che, tra l’altro, Iliad non ha a disposizione per la sua rete proprietaria). Questo significa che i possessori di smartphone privi di banda 20 (800 MHz), non potranno utilizzare la rete 4G di Wind in quelle specifiche aree.

Portafoglio frequenze Iliad Italia

Portafoglio frequenze Iliad Italia

La banda 20 da 800 MHz ha il pregio di coprire grandi distanze e allo stesso tempo è anche quella che riesce a penetrare meglio edifici e muri. E’ dunque l’ideale sia nelle campagne che nelle zone rurali così come nei  luoghi dove c’è alta densità abitativa (ad esempio con molti edifici, che siano abitazioni o uffici) e quindi molti muri da penetrare.

Purtroppo ha anche un grosso difetto: se permette di coprire grandi distanze e arrivare fin dentro le abitazioni, di certo non spicca per prestazioni rispetto alle bande “alte”, che permettono di raggiungere velocità di download e upload nettamente superiori.

Per chi acquista uno smartphone nei classici canali di vendita (grande distribuzione, negozi di elettronica ecc.) difficilmente riscontrerà questo problema. E’ invece possibile per quegli utenti che hanno acquistato online (specialmente in store che importano direttamente dalla Cina), senza badare se lo smartphone fosse di distribuzione italiana/UE.

In quest’ultimo caso, il consiglio è quello di verificare nella scheda tecnica del vostro modello quali bande sono presenti e, se nella vostra zona la copertura Iliad è quella Wind e riscontrate assenza di segnale 4G, il primo tentativo da fare è proprio quello di impostare come rete prioritaria quella 3G.

Per chi invece si trova nelle zone dove Wind e Tre hanno giù unificato la propria rete (Milano, Alessandria, Trieste, Bologna, Ascoli Piceno, Bari, Cosenza, Crotone, Agrigento, Carbonia Iglesias, Medio Campidano), sicuramente la situazione è migliore.

Grazie ai tanti speedtest inviati dai nostri lettori, è possibile riscontrare che proprio da queste città arrivano le prestazioni migliori, con Bari e Bologna al momento in testa. In attesa che Iliad completi la sua copertura, i benefici maggiori per i clienti saranno indubbiamente in tutte quelle città dove l’unione della rete Wind Tre è realtà.


Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle oltre 7.300 persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App o seguici sui social: Facebook | Twitter | Google+

65 Risposte

  1. andrea ha detto:

    ultimamente nel medio campidano, più precisamente su cap 09070 la qualità del segnale si e abbassata molto, tanto da rendere impossibile l utilizzo della rete stessa, non solo di connessione dati ma anche relativa alle sole chiamate. inizialmente la qualità del servizio era pressoché uguale alla Wind come qualità di ricezione. ho 3 numeri con iliad, tra i quali 2 derivanti da wind e uno preso inizialmente apposta per vedere la velocita e l esatta copertura. mi dispiace dirlo ma spesso mi crea parecchi disagi soprattutto sul lavoro. se continuerà così saro costretto a passare nuovamente al vecchio gestore

  2. nastys ha detto:

    Ho notato che spesso, ma non sempre, HSPA+ B01 è più veloce di LTE B20.
    Ovviamente nelle città che usano la banda LTE B01 o B03 è più veloce il 4G.

    • Pietro ha detto:

      In alcuni casi è possibile. I motivi sono 2. La banda 20 LTE è a 800 Mhz. A livello radio risulta più penetrante di conseguenza copre un’area maggiore (cella più grande) questo comporta un numero maggiore di utenti contemporanei quindi i 100Mbps (esempio) verranno suddivisi fra molti più utenti paragonati alla bande 3,7. La banda 7 ad esempio essendo ha 2600mhz ha una dimensione cella molto piccola quindi serve meno utenti ma a velocità maggiore. Infatti viene usata quasi esclusivamente nei centro economicamente nevralgigi delle grandi città. La banda 1 è esclusivamente UMTS/HSPA+ e viaggiando a 2100Mhz ha celle di media grandezza e con l’aggregazione dei canali raggiunge velocità discrete. In ultimo bisogna considerare che tutti gli smartphone venduti negli ultimi anni sono 4G/LTE quindi una buona percentuale di traffico dati è migrata sulla rete LTE, alleggerendo quindi la rete UMTS/HSPA+.

      • nastys ha detto:

        La B01 viene usata “esclusivamente” per il 3G solo se viene usata un’altra banda per il 4G, come in questo caso. In generale il 3G non ha bande esclusive, ma solo la B01 (condivisa con il 4G) e la B08 (condivisa con il 2G). Questo spiegherebbe perché il 3G è molto lento nelle province che usano la stessa banda per il 3G e il 4G e più veloce del 4G se usano bande diverse.
        Purtroppo, a quanto pare viene usata la stessa banda per tutta la provincia.

        • Pietro ha detto:

          Analisi corretta. Ovviamente tutto dipende dalla provincia,comune, quartiere. Ovviamente io non giro capillarmente l’italia specie le zone rurali però la riconversione delle BTS con i pannelli per i 4G da parte di tutti i gestori Wind compresa (che è quella che ci interessa) è in atto da anni. In pratica il segnale 4G nelle città, aree metropolitane, luoghi di interesse turistico e commerciale è presente già da anni sulle bande 3,7,20 non interferendo quindi con la B01. Ovvio non ho la struttura di rete ma mi sembra oltre che ridotto a piccole realtà assurdo condividere B01 (2100 Mhz UMTS) per servizi 4G perchè non ci sarebbero vantaggi oggettivi ne per l’utente 4G ne per quello 3G…ecco perchè credo che nelle aree delle quali parli Wind o utilizzi la B20 per LTE o non lo abbia attivato propio. Non avrebbe senso condividerlo su B01 con il 3G.

          • nastys ha detto:

            Eppure in altre province il mio telefono cinese usa la banda 1 in LTE (ho verificato con LTE Discovery) mentre altri telefoni con bande “italiane” si collegano con la banda 3 in LTE o in LTE-Advanced. In queste province il 4G è molto veloce mentre il 3G (di cui non ho verificato la banda usata) è molto lento.

        • Pietro ha detto:

          Visto che qui non si possono aprire thread anche se relativamente OT ti faccio una domanda (a te ma se altri vogliono rispondere ben venga). Allora sappiamo che Iliad ha lotti propri di frequenze assegnate dal ministero sulle diverse bande. Sappiamo che al momento, in attesa di costruire infrastruttura proprietaria, va in RAN sharing su Wind. Quello che mi chiedo (forse è solo mia confusione) ma quando Iliad è in RAN sharing usa le “sue” frequenze (quelle assegnatele) o usa le frequenze radio assegnate a Wind o entrambe? Sembra banale ma io non l’ho capito ad oggi.

          • nastys ha detto:

            Non ha senso usare le bande assegnate a Iliad perché complicherebbe un po’ il RAN sharing e non garantirebbe la stessa copertura di Wind. Comunque puoi verificare la frequenza con LTE Discovery, se il tuo telefono è supportato.

          • Pietro ha detto:

            Purtroppo uso IOS ed LTE Discovery ho visto che sembra non esista per ios. Comunque ho il menù nativo tecnico di iPhone che penso dia le stesse info. Attualmente vedo che fluttuo fra la banda 7 (2600mhz) e la banda 3 (1800mhz) ovviamente su Wind e parlo di dentro casa. Si a spanne c’ero arrivato anche io che usando RAN sharing usano le frequenze Wind per non incasinare la parte radio anche se…essendo nello stesso range ma distanziate penso che le BTS potrebbero gestire via radio le frequenze proprietarie Iliad ma a questo punto penso non sia il caso per loro di complicarsi la vita…sulle BTS Wind condividono le frequenze per poi usare le loro sulle BTS proprietarie.

  3. Gius ha detto:

    con lo xiaomi mi a2 lite ci sono problemi con la rete 4g di iliad. sapete darmi indicazioni in merito.

    • nastys ha detto:

      Ho provato con lo stesso telefono e non c’è stato nessun problema fin ora.

    • nastys ha detto:

      Adesso stranamente sto iniziando ad avere problemi. Ho dovuto togliere il 4G e riavviare, altrimenti i dati si perdono e non si collega più. Speriamo che risolvano con un aggiornamento software.
      Nessun problema con Zenfone 2 cinese.

  4. Balafa ha detto:

    Avete visto quei buffoni di tecnoandroid.it cosa hanno scritto?
    Hanno scritto che iliad non ha la banda 20 e per questo gli utenti se ne stanno andando. Non hanno capito proprio un tubo perché iliad usa proprio quella banda! Hanno sparso fake news su twitter. Vegognosi. Segnalate il sito tecnoandroid.it come ingannevole, così li sistemiamo per le feste!

  5. Riccardo Loti ha detto:

    Riguardo al supporto dei vari telefoni della banda 20 su LTE:

    iPhone: tutti gli iPhone con supporto LTE, in tutte le regioni supportano la banda 20, ad esclusione di tutti gli iPhone 5 ed alcuni modelli di iPhone 5S e 5C, principalmente per il mercato asiatico.
    Nella fattispecie questo significa tutti gli iPhone a livello mondiale dal 6 in su lo supportano senza eccezioni.

    iPad: tutti gli iPad con cellulare dall’iPad Air e iPad Mini 2 (introdotti a Ottobre 2013) in poi, per tutte le regioni, supportano la banda 20 di LTE.

    Android (fascia medio-alta): data la frammentazione del mercato è dell’hardware è difficile dare una risposta precisa, dato anche che varie marche usano gli stessi model number per hardware diversi, ma in genere qualsiasi Android di qualità decente uscito dal 2015 a oggi si può dare per scontato abbia il supporto alla banda 20.
    Questo giustificato dal fatto che il suddetto supporto è dato dalla baseband usata, e ad oggi ce ne sono principalmente tre che usano tutti, mele e robottini (Qualcomm, Intel, Broadcom). Una volta che hanno fqtto uscire i loro chipset con supporto fi bande LTE ampio, si sono velocemente adeguati tutti.

    Android (fascia bassa-masochista): chi può dirlo… nel tempo ho visto anche cellulare cinese con baseband autoprodotte senza nemmeno una traduzione in inglese del nome.
    Diciamo che se avete preso un Android su Aliexpress a 20€ non è possibile garantire niente… ma d’altro canto in quel caso la banda 20 su Iliad è probabilmente l’ultimo dei vostri problemi. 😉

    In sintesi l’articolo punta ad un problema tecnico reale, ma direi che ingradisce un po’ troppo il reale impatto dello stesso.
    Spero comunque le note di sopra possano esservi utili.

    Saluti,
    Ric

  6. bifax ha detto:

    Nastys, con rubafone e zenfone 3 laser hai ping 78 ms??? Anche rubafone ora si é adeguato a Iliad con il ping??? 🙂 bella storia!

  7. adam ha detto:

    Nella mia zona wind perde colpi.passa da 3g a H di giorno e di notte H e 4G.Invece di dar appoggio ad altri operatori sarebbe meglio migliorare il segnale esistente

  8. Michele ha detto:

    Il mio telefono è sudamericano e non ha la banda 20. Qui nella mia zona quando non va in 4G ha comunque sempre pieno segnale in 3G che e’ comunque molto veloce ed adatto sia alla navigazione che allo streaming

  9. Mynameis ha detto:

    io abito in un paese in provincia di lecce e purtroppo e dico purtroppo è impossibile parlare con iliad sotto copertura 4g e 3g. il segnale va e viene e non si capisce praticamente nulla. per poter effettuare una normale e pulita conversazione devo per forza impostare il telefono in 2g. lo stesso problema avveniva con wind, spero vivamente che iliad risolva quanto prima questo problema altrimenti, è vero che si risparmia, ma che poi bisogna impostare sempre in 2g quando si è in casa e in paese è una schiavitù.

  10. Massimiliano Melchionne ha detto:

    Come faccio a sapere se il mio telefono Huawei ha la banda 20 (LTE)?

    • Pietro ha detto:

      Cerca su internet le specifiche tecniche del modello che possiedi. Le stesse riportano le informazioni sulle frequenze e bande supportate.

  11. Robertino Taverna ha detto:

    ma finiamolacon ste notizie bufale. Iliad ha rilevato 5000 ponti che wind d0veva smantellare dopo essersi unita a 3.
    queste sono le bufale per convincere gli utenti a tornare indietro e lasciare iliad.
    io stavo con la wind. 15€ per 5 gb….sono 2 mesi che sto con Iliad ho risparmiato 18€ che sono altri 3 rinnovi per un risparmio di altri 45€.
    sono campagne contro iliad.100.000 utenti che lasciano( tim wind etc), a 10€ al mese é un milione di € ogni 28 giorni. 13 milioni di € al vento…certo che fanno casini…non sanno che pesci pigliare.
    fino ora hanno pensato solo a sfruttarci.
    per cambiare promozione wind mi ha detto” 11€ per 7 gb ma 19€ di attivazione.
    cazzo se sono giá cliente wind perché devo pagare altri 19€???
    Mi tengo iliad e porto anche il numero wind.

  12. Feiore ha detto:

    A proposito di wind tre, ma che fine ha fatto la tanto decantata unificazione di rete? Si sono addormentati o sono morti per le tante portabilità in uscita? Sono mesi che non vengono aggiunti nuovi capoluoghi rispetto agli 11 già unificati. Chiedo alla redazione di indagare e magari scrivere un bell’articolo su questo tema. Dicevano di aggiornare tutti i ripetitori nazionali nel giro di un paio d’anni, ma di questo passo farà prima iliad a completare la sua rete proprietaria…

    • Alberto ha detto:

      Ciao coso. Hanno avuto problemi perche doveva pensarci zte ad unire le reti, ma questa società ha avuto grossi problemi in usa e quindi in tutto il mondo. Allora pare che abbiano affidato ad ericsson, ma ora zte non ha piu problemi, quindi forse è tornata zte

      • Feiore ha detto:

        Ciao bella cosa. Abbiamo capito la bella favoletta dell’uomo nero che ha bloccato zte. Ma era anche stato ufficializzato il passaggio di consegne ad Ericsson. Ma allo stato delle cose, tutto è fermo da mesi e lo stato d’avanzamento dei lavori è in stallo. Quindi la copertura di entrambi i gestori continua ad essere pietosa e lacunosa. Roma che doveva essere la prossima ad essere unificata ,continua ad aspettare.
        Poi si lamentano dell emoraggia di clienti verso altri operatori. Almeno avessero il buon senso dI fare un comunicato stampa ufficiale.. .

      • bifax ha detto:

        Nel frattempo Alberto, zte rimane americana e Wind/H3g rimane cinese, fatti 2 domande e capirai perché anche se zte non ha piú problemi, non rientra in gioco. Ericsson invece si ritrova di colpo la patata bollente in mano e deve farci su lo studio, ma le fidejussioni a garanzia del futuro pagamento da parte di Wind/h3g non arrivano, e visto l’andazzo di quest’ultima, ericsson non prende in mano nemmeno un cacciavite! Stiamo parlando di un’azienda cinese (wind/h3g) in grado di chiudere baracca e burattini in un nanosecondo . Vedi Mr.Li che ha tracciato la strada insegnando come uscirne rimettendoci cifre da paura!

    • bifax ha detto:

      Wind/H3g ha ben altri problemi dal 29 Maggio… Il partner con cui ha stretto un accordo tecnico commerciale senza alcuno sforzo, sta portando centinaia di migliaia di sim dalla sua parte provvenienti da Wind/H3g. Di chi parlo? Indovina 🙂 sicuramente in questi giorni la neo proprietá Cinese stá pensando a questo suicidio tecnico commerciale, altro che aggiornare tutti i ripetitori nazionali. Notato che dal 15 Luglio é scomparso da qualunque canale tv, qualsiasi spot pubblicitario riguardante Wind/H3g? . Un modo per risparmiare qualche milione, visto che il bilancio sará una tragedia, e comunque ne loro né rubafone e Tim (pure loro scomparsi dalla tv con promozioni), non hanno nessuna promo decente da proporre ai loro ATTUALI utenti in fuga con le ali ai piedi!

  13. Feiore ha detto:

    Domanda semplice, come si fa a verificare se in una determinata zona la copertura Iliad è quella Win o Iliad? Visto che il codice operatore appare sempre 22250. E vengono ingannati anche widget come phono..?

    • Ribes ha detto:

      22250 indica roba di proprietà di iliad.

    • Mike ha detto:

      Per ora viene utilizzata solo la rete Wind o Wind3 dove la rete è unificata. La rete Iliad non è ancora accesa.
      Il 22250 è il codice di Iliad e non indica la proprietà dell’impianto

      • Valerio ha detto:

        Caro Mike, il codice 22250 identifica proprio la rete iliad.
        Iliad non usa la rete Wind. Se fosse vera la cavolata che hai sparato, sul sito di iliad ci sarebbe scritto: “attenzione, abilitate il roaming, altrimenti non prende”

        • Pietro ha detto:

          Mi spiace dirti che ti sbagli e non e’ corretto dire agli altri che sparano cavolate. Siamo tutti utenti, c’è chi sa più chi meno e ognuno riporta le proprie esperienze. Ti sbagli perchè il roaming è appoggiarsi in toto su una rete che ospita. In quel caso tu puoi essere di qualsiasi gestore ma vedrai a display il codice della rete ospitante che ti “servirà” in tutto e per tutto per poi riversare i costi sulla tua rete home. Esempio: sono uno straniero con la rete X vengo in Italia e mi collego con TIM. Tecnicamente tutta la chiamata sia a livello radio che di instradamento viene gestita da TIM come se fossi un loro cliente …la stessa poi ricarica i costi al tuo operatore X ai soli fini della fatturazione. Diverso è per Iliad che usa le “antenne” di Wind solo per la parte radio ma poi sia instradamento, fatturazione e quanto altro va su rete proprietaria iliad. Iliad fino a quando non ha le sue antenne usa quelle della Wind per la parte radio ma resta comunque indipendente per tutto il resto: instradamento, fatturazione, servizi, link internet sono tutti proprietari quindi non è roaming è semmai condivisione della parte radio infatti si chiama RAN (Radio Access Network) sharing = condivisione delle risorse radio ma niente più di questo. Questo per il 3G/4G in 2G (provato a primo giorno) invece va in roaming completo su rete Wind in quanto la tre non ha frequenze gsm.

      • nastys ha detto:

        iliad usa la rete Wind solo per il GSM/GPRS. È successo che la rete Wind è stata down e funzionava solo iliad in UMTS, quindi questo conferma che sono a tutti gli effetti reti separate nonostante il segnale venga emesso dalle stesse BTS.
        In altre parole, “rete” non è sinonimo di “BTS”.

  14. Claudio Brusadore ha detto:

    Buongiorno volevo sapere che novità ci sono rispetto la questione che in 4G si bloccano le chiamate in arrivo?grazie

    • Valerio ha detto:

      Hai provato a verificare che non sia un problema dello smartphone (che modello usi) magari dopo aver utilizzato funzioni tipo attiva/disattiva segreteria da stringa o da app? A me capitava in questi casi e ho risolto semplicemente riavviando (o inserendo e poi togliendo la modalità aereo).

    • Elisa V ha detto:

      Cosa cavolo centra la rete dati con le telefonate? Se non ricevi telefonate è perché non hai campo. Non c’entra una beata fata il 4G

      • Keivan ha detto:

        Elisa se sei ignorante taci, io da due settimane (e molta altra gente) sotto rete 3g e 4g abbiamo segnale isolato, per colpa dei “pasticci” tecnici di questo operatore, mi tocca mettere in 2g per avere campo ed essere reperibile al telefono, se costa 5.99 un motivo c’è.

        • Elisa V ha detto:

          Tutta gente che avrà impostato male il cellulare, come il tizio sotto che ha stupidamente consigliato di mettere una sola tipologia di rete impostando “only xxx”. Poi vi lamentate che non prendete… Svegliatevi!

          • Emiliano P. ha detto:

            Il problema dello switching al 3G in caso di VoLTE non supportato non dipende dalle impostazioni del cellulare. È un problema di rete Iliad, senza contare che lo smartphone viene, di norma, impostato automaticamente al primo inserimento della SIM, quindi le possibilità di errore sono minime. Non dire stupidaggini da fangirl

        • Pietro ha detto:

          Beh non per essere di parte ma non è questione di costo. E’ un’operatore sul mercato da meno di 3 mesi e già funziona cosa che neanche in 3 anni i gestori tradizionali erano mai riusciti a fare. Logico ha problemi di gioventù ma sopratutto l’Italia non è tutte eguale.Problematiche di velocità e copertura li hanno da sempre tutti i gestori. Non parlo così perchè ho la fortuna di vivere in prov di Milano ove tutto funziona benissimo. Se devi andare in 2G il problema penso sia la scarsa copertura in quel posto della rete Wind. Prima di additare Iliad prova con la sim di un’amico in Wind…se a lui nello stesso punto ove tu provi va ed a te no allora possiamo parlare di pasticci tecnici, altrimenti semplicemente di scarsa copertura 3g/4g.

      • Invece centra.

      • nastys ha detto:

        Non è possibile effettuare o ricevere chiamate in 4G (almeno non con iliad), quindi il telefono dovrebbe passare al 3G, ma ad alcune persone questo passaggio non avviene e non ricevono le chiamate. Comunque già hanno risolto quasi ovunque.

        • alex ha detto:

          Se le telefonate viaggiano in H+ o H, come per esempio ho notato io, di sicuro non le trovi se metty “3G only” come certi co****** qua sotto hanno fatto. Se lasci 4G, quella include anche H+ e H, oltre a 3G, 2G.
          La storia che in 4G non prente è una bufala!

          • Redazione ha detto:

            Commento moderato… si può discutere SEMPRE in modo civile, senza cadere negli insulti.

          • nastys ha detto:

            2G include GSM, GPRS (simbolo G) ed EDGE (simbolo E); 3G include UMTS (simbolo 3G o U), HSPA (símbolo H) e HSPA+ (simbolo H+); 4G include LTE (simbolo 4G o LTE), LTE-Advanced dual-carrier e three-carrier (simbolo 4G+ o LTE+) ed LTE-Advanced three/quad-carrier e quad-carrier (simbolo 4.5G, 4G++ o LTE++).
            Puoi forzare solo 4G, solo 3G, solo 2G o una combinazione ad es. 2G/3G/4G (default), 2G/3G o 3G/4G. Se forzi SOLO il 4G allora non puoi chiamare.
            Le telefonate vengono effettuate in UMTS ma è possibile mantenere la connessione dati fino ad HSPA+ durante la chiamata. Se sei in LTE allora il telefono passa automaticamente in 3G per tutta la chiamata. Ad alcune persone in determinate aree geografiche e successo che in 2G/3G/4G e 3G/4G connesse alla rete LTE non riuscivano a chiamare o ricevere chiamate addirittura facendo apparire “Solo chiamate di emergenza”, mentre la navigazione funzionava. Forzando il 3G o 2G/3G le chiamate funzionavano senza problemi.

          • Nando ha detto:

            a parte un ripasso dell’italiano, i rendi conto che stiamo parlando di smartphone NON 4G . tutti sti idioti the ancora postano commenti e parlano di rete 4g e non sanno manco che cos’e’ l’opzione wmcdma.

          • NickByte ha detto:

            non diciamo stupidaggini ….. forse il mondo commerciale Android annebbia la vista ma H1 fa parte del protocollo 3G tanto è vero che è implementato sull’ iPhone 4S che invece non ha lo standart LTE/4G.

          • Pietro ha detto:

            Nastys ha dato ottima e veritiera spiegazione. Fino a quando non andrà implementato il VoLTE (voice over LTE/IP) il 4G serve solo per la trasmissione dati ad alta velocità ma durante ricezione/effettuazione di una chiamata si vedrà il telefono andare in 3G (umts) questo perchè la fonia viaggia sullo standard 3G. La transizione dopo è automatica. Se non vi funziona la cosa mi sembra strana perchè sono policies nazionali non locali quindi se a me funziona non vedo perchè non dovrebbe funzionare agli altri. Anche il 4G in aperta campagna non è leggenda metropolitana. Banda 20 sono 800Mhz penetrano di più e vanno più lontano il problema è che avendo una copertura maggiore ed essendo la risorsa condivisa non è improbabile, a seconda del numero di utenti, vedere 4G ma navigare più lentamente del 3G/HSDPA/HSUPA. In ogni caso “fissazioni a parte” ho notato che anche in HSDPA la Iliad va a più di 20mbps velocità notevole per qualsiasi utilizzo di uno smartphone (streaming compreso) quindi non mi creerei paranoie anche se non vedo scritto a displat 4G/LTE.

          • Enrico ha detto:

            nastys nessuno ha parlato di forzare “only 4G”, che è un’altra cosa rispetto ad impostare l’opzione “4G” che ha significato di velocità massima. Se tu imposti sul cellulare 4G, quello si aggancerà in modalità 4G, H+, H, 3G, 2G, ecc. in base alla rete che trova.

  15. Giuseppe Giordano ha detto:

    Invece di parlare come sta andando le procedure di istallazione delle sue infrastruttura,di cosa si parla della banda ha 800mhz di wind che fa pena in tutta Italia,menomale che fra un Po arriva la frequenza 1800mhz di h3g

  16. nico ha detto:

    allora io sono due mesi che ho risolto il problema della connessione. ho uno smartphone non LTE. Di default la connessione ILIAD passa in Edge ‘E’ e non UMTS ‘H’, con rallentamento esagerato della connessiome (2g anziche’ 3g). Basta andare nelle opzioni di rete e impostare come rete “SOLO WMCDA”, avendo la pazienza di attendere almeno 40 secondi. Ho segnalato due volte all’assistenza la cosa, senza esito o soluzione. Purtroppo conosco amici che, proprio per questo problema, erroneamente sostenevano che iload fosse lenta e hanno preferito HO a iliad, dimenticando i limiti dell’offerta pseudovodafone e non gli evidenti vantaggi di iliad…

    • Emilio ha detto:

      Il mio telefono è settato su 4G e si connette ad ogni tipo di rete (4G, 3G, H+, H). Secondo me è sbagliato mettere WMCDA (nel mio telefono non c’è nemmeno quell’opzione)

      • nico ha detto:

        rileggi cio’ che ho scritto (sto parlando di uno smartphone non 4g)

        • Emilio ha detto:

          Se il tuo smartphone non supporta il 4G, ma 3G, metterai 3G. 3G include automaticamente tutte le reti inferiori. Mettere “solo WMCDA” è una cosa priva senso, non so dove andate a pescarle queste bufale

          • nastys ha detto:

            Su Android si può usare il codice segreto ##4636## per impostare “WCDMA only”, cioè solo 3G (che non include il 2G).
            Solitamente nelle impostazioni del telefono è possibile impostare il “Tipo di rete preferito” (2G, 2G/3G, 3G, 2G/3G/4G) ma non tutti i telefoni hanno l’opzione “solo 3G”.

        • Ribes ha detto:

          Se è 3G, devi mettere 3G. Non mi sembra difficile da capire dall’esempio che ti ha fatto..

  17. Antenna Discount ha detto:

    Wind ha la banda 3……1800mhz

    • nastys ha detto:

      In alcune città viene usata esclusivamente la banda 20, e questo vale anche per gli utenti iliad collegati alle antenne di Wind.

      • Andrea ha detto:

        Esatto, specialmente nelle zone dove ci sono molte palazzine e quindi è più difficile con le bande alte far arrivare il segnale fin dentro le abitazioni.

        • nastys ha detto:

          La cosa strana è che in alcune città Wind usa la banda 20 e gli altri operatori usano le altre bande, mentre in altre la situazione è inversa.

    • Saverio ha detto:

      La scoperta dell’acqua calda “antenna discount”… ce l’ha o meno, ci sono molte zone, specialmente in campagna, dove vanno tutti a risparmio per ovvi motivi, dove Wind impiega solo questa banda (con prestazioni pessime tra l’altro).

      • Paolo ha detto:

        Io in piena campagna sono sempre connesso in 4G+.
        Le prestazioni sono eccellenti. Evita di parlare per sentito dire. Grazie.

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: