Rete proprietaria iliad: prime accensioni anche a Bari



Mentre si attende di conoscere la posizione di Antitrust e AGCOM rispetto all’ipotesi di accordo tra TIM e Vodafone su 5G e torri (qui il nostro articolo dedicato all’argomento), iliad continua a lavorare a pieno ritmo sulla sua rete proprietaria e ad accendere impianti nelle principali città italiane (e non solo).

Dopo le segnalazioni che hanno riguardato Milano (la prima in ordine cronologico a partire), Roma, Bologna e alcune località in Piemonte (tra cui Alessandria), ora è la volta di Bari, dove i clienti iliad fino ad oggi hanno potuto usufruire della rete unificata (e più performante) di Wind Tre e dove, non a caso, sono stati registrati alcuni dei migliori speedtest.

Ad oggi sono oltre 160 le BTS che risultano operative e agganciabili dai clienti in diverse città italiane. Come ripetiamo ogni volta, ricordiamo che si tratta ancora di una fase di test (non c’è nessuna ufficializzazione da parte di iliad), con prestazioni (velocità in download e upload) limitate.

Rete proprietaria iliad Italia

Rete proprietaria iliad Italia | lteitaly.it

Se per Bari si tratta delle primissime accensioni, su Milano e Roma i numeri continuano a crescere: nel capoluogo meneghino sono oltre 70 su 127 richieste inoltrate dalla società ad ARPA Lombardia, mentre su Roma oltre 60.

Come si può notare dagli ultimi aggiornamenti pubblicati in queste settimane, tutte le “accensioni” stanno avvenendo nelle principali città italiane (con pochissime, fino ad ora, eccezioni), permettendo al nuovo operatore di raggiungere più velocemente gli obblighi di copertura previsti dal MISE.

Nella nostra sezione “Wiki iliad” è possibile trovare una comoda e dettagliata guida su come identificare la rete proprietaria iliad da smartphone Android e iPhone (potete accedervi direttamente da questo link).

Segnalare rete proprietaria iliad

Se volete segnalarci nuove attivazioni in città non ancora note, potete farlo in pochi passaggi utilizzando ad esempio l’applicazione NetMonster su smartphone Android (o effettuando uno screenshot dal Field Test Menù di iPhone). Come evidenziato nell’immagine che segue, i valori da controllare sono due: “eNb” e “EARFCN“.

Esempio rete proprietaria iliad

Il primo (eNb) è di fatto il codice identificativo della BTS 4G a cui si è agganciati (quello di iliad è composto da 7 cifre e iniziano con 100****), il secondo (EARFCN), il codice che identifica in modo univoco la banda LTE e la frequenza portante (nel caso di iliad il valore di riferimento è 2900 per la banda LTE 2600 MHz e 1500 per la banda LTE 1800 MHz).

A questo punto, se nella vostra città scoprite di essere sotto rete proprietaria iliad, potete inviarci uno screenshot dall’applicazione Android segnalata poche righe sopra (o da iPhone) e allegarlo al form qui sotto (o dalla nostra sezione “Segnalazioni”, sempre attiva).

Ogni segnalazione è sempre preziosa e per questo ci teniamo a ringraziare pubblicamente tutti i lettori che ogni giorno ci inviano i loro contributi (un po’ meno chi punta a screditarci, inoltrando screenshot palesemente falsi).



Rimani aggiornato con le nostre news e anteprime esclusive, unisciti alle migliaia di persone che hanno scelto di ricevere le notifiche in tempo reale dal nostro canale Telegram oppure scarica la nostra Web App gratuita o seguici su Facebook e Twitter

9 Risposte

  1. Stefano ha detto:

    A genova nel duemilacredici come sempre?

  2. Iliader ha detto:

    Spero arrivi presto anche a Reggio Calabria…

  3. Marco ha detto:

    Appena inviata segnalazione per Bari. Zona San Girolamo (periferica)

  4. Roby ha detto:

    Zona Frosinone

  5. Davide ha detto:

    Eh ma dove sono precisamente le antenne? (barese)

Commenta...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: